Home > ATTUALITA', CARCERE, Morire in carcere > Manuel Eliantonio, 22 anni, morto in cella

Manuel Eliantonio, 22 anni, morto in cella


Aveva 22 anni Manuel.
Aveva una condanna di soli 5 mesi per resistenza a pubblico ufficiale.
Ma non uscirà mai dalla cella dove l’avevano chiuso, nel carcere genovese di Marassi.
Cella dove lo massacravano di botte almeno una volta alla settimana, cella da dove veniva tolto per esser messo in isolamento ogni volta che le loro manganellate lo rendevano impresentabile.

Non tornerà da sua madre alla quale aveva spedito un’ultima lettera pochi giorni prima di morire: lettera agghiacciante, che ora la madre rilegge urlando il suo dolore e il suo odio.

«Cara mamma, qui mi ammazzano di botte almeno una volta alla settimana. Adesso ho soltanto un occhio nero, ma di solito…». E ancora: «Mi riempiono di psicofarmaci. Quelli che riesco non li ingoio e appena posso li sputo. Ma se non li prendo mi ricattano con le lettere che devo fare». E ancora: «Sai, mi tengono in isolamento quattro giorni alla settimana, mangio poco e niente, sto male».

Non solo è morto a 22 anni, ma i giornali si sono anche accaniti a manipolare la situazione facendolo passare per un tossico che si “sballava” con il butano del fornelletto da campeggio che aveva in cella.
Operazione schifosa portata avanti soprattutto da “Repubblica”.

«Mio figlio lo hanno ammazzato. Lo hanno pestato a sangue e lo hanno stordito con psicofarmaci. Lo hanno ucciso, e stanno cercando di coprire tutto. Voglio andare fino in fondo a questa storia. Mio figlio era malato. Non avrebbe dovuto assumere psicofarmaci. Doveva essere curato, non sedato. Avrebbero dovuto portarlo in ospedale se stava male, non abbandonarlo in una cella, solo».
«Doveva essere scarcerato il 5 agosto», racconta. «Quando la lettera è arrivata gli ho subito risposto con un telegramma: “Resisti, figlio mio. Resisti, è quasi finita”. Speravo di rivederlo tra qualche giorno, invece è arrivata soltanto quella maledetta telefonata da Marassi».
Il mio articolo su Liberazione: QUI

Manuel Eliantonio

ODIO IL CARCERE

Annunci
  1. valentina
    31 luglio 2008 alle 17:34

    addio manu.hai sofferto tanto e ora sei in pace!!non dovevi fare qst fine…la pagheranno tutti..nella vita..o nella morte,la pagheranno….

  2. Loredana
    1 agosto 2008 alle 11:14

    Ciao Manuel,
    non dovevi morire a 22 anni!
    Chi poteva fare qualcosa, non ho mai capito perchè, non l’ha mai fatto, a cominciare da quand’eri piccolo….
    Spero che ora rimanga loro un bruciante rimorso!

  3. 3 agosto 2008 alle 12:44

    Agghiacciante.

  4. 4 agosto 2008 alle 12:48

    ei ciao manuel io nn ti conoscevo ma ti ho visto 1 paio di volte alla fermata…..avolte incontro il tuo migliore amiko ke nn voglio dire il nome ne soffre x la tua perdita… mi ha rak molte cose pasate cn te.. quando vi divertivate ad andare in vacanza assieme ecc…
    gli manki e mi ha dtt ke tu sarai sempre cn lui…
    ciau riposa in pace….

  5. Manuela
    5 agosto 2008 alle 08:52

    ciao manu,
    no ho parole……penso a quando eravamo a scuola insieme all’asilo insieme…ero persa di te sono sempre stata come tutte …ti ho sempre voluto bene!!tu eri il nostro Patrol!!!il kasinista della Parri…!
    non è giusto! tu meritavi più di tutti una vita migliore..mi mancherai manu!!!sarai sempre nel mio cuore!!! Riposa in pace amico mio non ti dimenticherò mai

  6. Manu
    6 agosto 2008 alle 07:51

    CHI HA SBAGLIATO DOVRà PAGARE!!! COME SI PUò FARE DEL Male così…..era solo un ragazzo…un persona sensibile che soffriva più di tutti…da sempre…Aveva bisogno di aiuto e invece lo hanno trattato come un criminale!!!perchè nella vita pagano sempre i più buoni?
    perchè il mondo è così crudele?
    perchè?!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    non ho parole…ho solo voglia di piangere…di urlare…ma questo non ti riporterà mai indietro…
    Questa Vita fa SCHIFO…e tu più di tutti ne hai avuto la prova…non poteva andare avanti così…Dio a preferito strapparti da questa terribile esistenza…forse è stato un bene…Riposa in pace amico mio Ti voglio bene..Manu

  7. erika
    8 agosto 2008 alle 17:28

    manuel sarai sempre nel nostro cuore adesso almeno sanno la verità!!!

  8. blade
    11 ottobre 2008 alle 13:32

    CIAO MANU MI MANKI DA MORIRE SOLO DIO SA QUANTO MI MANKI OGNI GIORNO KE PASSA SENZA TE E UNA MERDA CMQ E A ME STA COSA NN MI VA GIU XKE LA VERITA E DENTRO QUELL CARCERE MALEDETOOOOOO MA X TANTO E STO ASPETTANDO KE ESCE E POI STI FIGLI D PUTTANA TI VERRANNO A FARTI COMPAGNIA XKE LI MANDO IO STI INFAMI D MERDA E PIU O MENO LA SO MA QUANDO NE AVRO LA CERTEZZA ME VEDRO IO XKE LA GENTE NN E NEANKE UN PELLO DEI MIE COGLIONI E IO MENE SBATTO IL KAZZO D TUTTI XKE UNA COSA AVEVO E ME LO HANNO PORTATO VIA. CMQ SN INFAMI LO SAI DAI OGNI COSA AL SUO TEMPO. NN HO PIU NINTE DA DIRE 6 UNA PARTE D ME 6 NEL MIO CUORE.VENDETTTTTTTTTTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA.

  9. ELIANTONIO.MARIA
    19 ottobre 2008 alle 18:45

    GRAZIE A TUTTI COLORO I QUALI CONOSCENDO MANUEL LO RICORDERANNO SEMPRE CON AMORE.LE SUE BAMBOLINE.M.M.M.

  10. ELIANTONIO.MARIA
    19 ottobre 2008 alle 19:00

    AITATEMI!TUTTI DEVONO SAPERE KE MANUEL ELIANTONIO è STATO UCCISO.ASPETTIAMO ANCORA I RISULTATI AUTOPSIA DEL26.07.08 ???VERGOGNIA1!LA GIUSTIZIA NON è UGUALE X TUTTI.M.M.M

  11. NINNA
    19 ottobre 2008 alle 22:17

    NONNA ASPETTA VERITà.KI HA MARTORIATO MANUEL DEVE PAGARE.

  12. M:M:M
    20 ottobre 2008 alle 12:32

    CERCO AIUTO X INVIARE OVUNQUE LE FOTO DI COME ERA MANUEL PRIMA E DOPO IL MOSTRUOSO TRATTAMENTO NEL CARCERE MARASSI diGENOVA HO PC MA LO USO CON MOLTA DIFFICOLTA.AMICI DI MANU/POLVEREdaSPARO…… HELP ME!AIUTO!

  13. mauro corradini
    4 novembre 2008 alle 12:36

    ciao
    sono uno degli amici di federico aldrovandi.
    qualcuno può mettermi in contatto con la famiglia o con gli amici di manuel?

  14. M:M:M
    5 novembre 2008 alle 16:56
  15. daria
    11 novembre 2008 alle 16:53

    non lo conoscevo, ma sono profondamente colpita dalle ingiustizei anche di fronte alle prove alle immagini piu’ evidenti, vorrei fare qualcosa.
    mi dispiace

  16. 13 novembre 2008 alle 20:04

    Che dirti cara, ti abbraccio, e ti capisco come solo io posso fare, le loro e le nostre vite distrutte….ti stringo …
    Sono la mamma di Niki, che bei ragazzi avevamo…nel pieno della loro vita e ora…ho le lacrime che mi scendono, ero già stata sul tuo sito e avevo letto…Come facciamo? e come faremo senza di loro???) e chi ce li restituirà??
    Che possano almeno stare ora, nella Luce e nella Verità e noi dobbiamo lottare, lottare. per la Verità e la Giustizia, fino alla fine delle nostre forze, lo dobbiamo alle loro giovani vite!!
    Ti bacio
    Ornella Gemini

  17. stefania
    15 novembre 2008 alle 21:39

    sono la madre di Renato, scusatemi se solo ora ho avuto la forza di scrivere io non ho parole sono sconvolta da tanta violenza. Ho letto solo da poco tutta la storia mi creda signora sono appena tornata dal cimitero, domani domenica mio figlio avrebbe compiuto 28 anni……proprio di domenica e’nato e di domenica se ne’ andato.
    Io sono senza forze non ho parole, mio figlio e’ stato ucciso da due ragazzi ma non ho mai chiesto morte e violenze, solo far comprendere, educare in strutture idonee e parlo di omicidio.
    Io non sono per il carcere punitivo per i giovani, non parliamo poi per sciocchezze.
    un abbraccio
    stefania

  18. M:M:M
    24 novembre 2008 alle 20:34

    VI VOGLIO BENE,GRAZIE A TUTTI,MITICA VALENTINA MI HAI APERTO LA PORTA E IO ANCHE SE LENTAMENTE PROCEDO,NON POSSO FARCELA DA SOLA,SRIVETE ANCORA,ANCORA OVUNQUE,ANCHE SOLO IL SUO NOME: MANUEL,MANUEL,MANUEL,ELIANTONIO…L’ECO DEL SUO NOME VORREI GIUNGESSE NELLA TESTA DI QUEI MOSTRI CHE LO HANNO UCCISO.A PRESTO

  19. M:M:M
    25 novembre 2008 alle 03:46

    A STEFANIA SE NON TI FA TROPPO MALE RACCONTAMI QUALCOSA DEL TUO RENATO.COME, QUANDO,PERCHE,FORSE TU HAI GIà DELLE RISPOSTE ANCHE SE COMUNQUE INACCETTABILI.A ME DI MANUEL NON DICONO NULLA SOLO MENZOGNE SUI GIORNALI.UN FORTE ABBRACCIO ANCHE A TE.

  20. angela
    29 dicembre 2008 alle 16:15

    nn ci sono veramente parole per descrivere quanto possa fare skifo il mondo…e sopratutto le persone…manu nn si meritava di morire…poi cosi’ giovane…aveva 1 vita da vivere….addio manu

  21. M:M:M
    4 gennaio 2009 alle 02:00

    Mi fa piacere leggere di altre persone che ricordano Manuel.Immagino che tanti ancora non sanno che siamo su questo sito,e tanti non hanno il pc.Qui si riesce a scrivere senza avere problemi strani problemi di connessione.Approfitto per salutare un angelo di nome Valentina,e tutti quelli a cui Manuel è rimasto nel cuore.Che questo anno porti solo buone nuove a tutti.AUGURONI.La mamma di MANUEL

  22. 4 gennaio 2009 alle 23:15

    Solo un caldo abbraccio e un bacio (vedi quante persone abbiamo intorno, che sanno, che noi da mamme conosciamo la Verità dei nostri figli?)sò già quello che stai pensando, ma con le lacrime ti dico, non ce li farà tornare nessuno i nostri bellissimi figli, ed allora, la nostra voce deve essere la LORO, urleremo fino a quanto non ne avremo piu’, fino a quanto l’ultimo anelito di vita ci ricongiungerà a Loro!
    Ti stringo
    Ornella (la mamma di Niki)

  23. M:M:M
    21 febbraio 2009 alle 02:08

    Cara Ornella,ho creato due blog,scrivo qualcosa quando mi sento di farlo,il più delle volte piango guardando le sue foto sul pc.Portiamo nel cuore,nell’anima,in ogni cellula del nostro corpo il dolore implacabile.Anche quando smaschererò i responsabili della morte di Manuel nessuno potrò restituirmi quella gioia,quella luce,quel sorriso,le sue espressioni,i suoi gesti.Un forte abbraccio anche a te.A presto

  24. 16 aprile 2009 alle 12:22

    Cara,
    solo un abbraccio, quanto ci mancano vero??
    Ogni giorno il dolore è piu’ intenso, ogni giorno è piu’ difficile tirare avanti…
    Un bacio (ti penso spesso….)
    Ornella (la mamma di Niki)

  25. Maria Eliantonio
    24 aprile 2009 alle 22:19

    Nove mesi,attendo ancora i risultati completi dell’autopsia,non comprendo perchè tutto questo tempo?Ricordate Manuel ora è libero ma chi l’ha ucciso deve pagare le atrocità inferte al suo corpo,ancor di più alla sua anima.Affettuosi saluti a chi lo ricorda con amore e a chi pur non conoscendolo ha sentito il suo dolce spirito.Maria

  26. sergio lusenti
    19 agosto 2009 alle 12:05

    ciao manuel
    mi si stringe il cuore non ti conoscevo ma so cosa hai passato.
    conosco la cosi detta violenza gratuita
    riposa in pace con la speranza che le cose migliorino.

  27. LUCA
    5 settembre 2009 alle 16:39

    ERA SOLO UN TOSSICO SBANDATO

    FANCULO A QUESTO SITI DI COMUNISTI, ANDATE A CAGARE VOI E LA VOSTRA GLASSA E LA VOSTRA PIETA PER QUEL DROGATO

  28. LUCA
    5 settembre 2009 alle 16:43

    come al solito non lo pubblicherete, perchè moderare significa solo mandare messaggi in cui si dice che era bravo, buono, che gli sbirri sono cattivi, che era 1 ragazzo esemplare, ottima persona e balle del genere.

    Diciamo la verità, ERA SOLO UN DROGATO COGLIONE CHE MERITAVA DI MORIRE DA COGLIONE

  29. 5 settembre 2009 alle 16:47

    Hai veramente stancato alandy@libero.it.
    I commenti non passano quando l’email è finta, e quelle che ho mandato a te sono sempre tornate indietro.
    Se mi dai il tuo indirizzo te le porto di persona, pure se Brescia è lontana

  30. Maria Eliantonio
    7 settembre 2009 alle 01:53

    CARO LUCA TI ASPETTO A CASA MIA VIENI A DIRMELO IN FACCIA QUEL CHE HAI SCRITTO Sù.ALTRIMENTI DAMMI IL TUO INDIRIZZO CHE MI SCOMODO VOLENTIERI a farti un saluto.Non appartengo a nessun partito politico,qui ho trovato persone buone,giuste e inteligenti a parte te demente.Maria Eliantonio mamma di MANUEL Eliantonio UCCISO a 22 anni

  31. 21 settembre 2009 alle 10:18

    signora mi dispiace per quello che è successo a suo figlio,io ho 23 anni sto in libertà vigilata mi son fatto 2anni e 8 mesi perchè ho la pericolosità sociale e sono stato sia in carcere che in comunità e da quello che ho visto chi è dichiarato tossicodipendente o alcolista o disabile psichiatrico non viene aiutato ma emarginato,maltrattato e trascurato

  32. gigi
    20 ottobre 2009 alle 13:01

    Si ma ca..o!!!! siamo i tempi dei fascisti?
    qelli si che sono dei criminali,
    Qualcuno non fa il propio dovere,scelgono quel tipo di lavoro per ammazzare, sfogare le loro rabbie,.
    Sono contrario nel delinquere ma bisogna rispettare le persone per qualsiasi tipo di reato sia accaduto.
    Ci sono dei codici e misure VANNO RISPETTATE,
    nessuna guardia può permettersi di violare la sua professione o ammazzare, questo non é nel regolamento,
    questo é abbuso di potere REATO GRAVISSIMO.
    Invece di stare a dire cose inutili ,Facciamo qualcosa per eliminare queste talpe, bestie ,animali randagi dal loro indegno lavoro.

  33. franzy
    28 ottobre 2009 alle 06:39

    LUCA mi fai solo pena di solito chi scrive questi commenti sono persone che di lavoro commette gli stessi reati! Tipo guardi penitenziarie carabinieri ecc
    Luca se te hai avuto una brutta esperienza con un qualche tossicodipendente non ci può far altro che dispiacere ma ricordati che non tutti sono uguali e non ne puoi fare una colpa a un ragazzo che non ta fatto nulla e la sua unica colpa e quella di essere capitato nel carcere sbagliato sotto a delle guardie bastarde
    io se fossi in te non mettere piu la testa fuori di casa x le cose che hai scritto vergognati !
    poi che devo dire se ora tieni problemi anche con me non esitare a contattarmi sarò davvero contenta di mandarti il mio indirizzo cosi che magari mi puoi venire a trovare le tue parole non fanno altro che tristezza non paura !!
    mi dispiace x questa risposta ma non accetto che uno s…….. possa dir certe cose di un ragazzo che neppure conosce !!
    neppure io non conoscevo Manuel di persona ma ora grazie a sua mamma lo conosciuto e mi e rimasto nel cuore
    saluti da Franzy

  34. Alex
    31 ottobre 2009 alle 11:15

    RIP Fratello.

  35. tina
    31 ottobre 2009 alle 19:58

    Luca é guardia carceriere…..
    non ci vuole la zingara per indovinare.
    Bella….latr..a.

  36. sergio
    10 novembre 2009 alle 12:01

    ragazi le persone come sto LUCA non vanno neanche prese in cosiderazione ti stuzicano aspetando una reazione steso sistema che usano li sbirri basta non cosiderarli arrivera il giorno che qualcuno si incazza e gli spara un colpo in fronte
    un saluto a tutti non date corda a gli stolti
    Maria un abbraccio

  37. Maridò
    11 novembre 2009 alle 18:40

    Luca il verme e il coglione saresti solo te…e se qualcuno dei suoi parenti leggerebbe quel tuo specie di commento,come si dovrebbe sentire?il carcere serve ad educare le persone anzi,serve a rieducare le persone che magari in questa società non si sn ben inseriti..informati prima di parlare ignorante..forse ti sarai drogato tu prima di scrivere il tuo commento.Secondo me il carcere andrebbe bene x te…..x educarti..un abbraccio alla famiglia….

  38. davide
    11 novembre 2009 alle 22:08

    ste guardie infami e dovremmo mette noi su un bel fornello gigante!!!!

  39. HCfranceskinaHC
    11 novembre 2009 alle 23:24

    ne sono venuta a conoscenza ora di questo terribile omicidio.io ho 17 anni e di cattiverie gratis da parte di questi infami che sarebbero qui a difenderci..ne ho già sentite abbastanza…sono i primi a darci contro….quando abbiamo paura di qualcosa o vorremmo essere difesi dovremmo avere la completa fiducia e sentirci assolutamente sicuri nelle loro mani…invece quello che ci trasmettono…è totalmente il contrario.
    Ogni giorno che passa non dimentico mai queste vicende di ragazzi innocenti….uccisi sempre con la solita scusa che fossero ragazzi psicopatici e drogati..ma ora BASTA!!!!ragazzi…..se non ci ribelliamo..potremmo fare la stessa fine ogni giorno…e nessuno ne è escluso!!!!io spero soltanto che questi maledetti sbirri un giorno ne pagheranno le conseguenze….ma soprattutto..mi piacerebbe mettermi con altri 4 amici…ovviamente tutti dotati di casco e manganello….5 contro 1 sbirro chiusi in uno stanzino…qui i ruoli si capovolgono…..e qui come la mettiamo????si dice che la speranza è l’ultima a morire…

  40. giovanni
    12 novembre 2009 alle 19:33

    Sinceramente non riesco a trovare nessunissima risposta a tutto ciò. il sign luca va denunciato e merita lui le botte stro…!

  41. giovanni
    12 novembre 2009 alle 19:38

    Carissima Maria il signor Luca merita solo l’indifferenza e l’isolamento.

  42. mimmo
    13 novembre 2009 alle 11:04

    condoglianze alla famiglia a me e morto mio cucino in cella 5 anni fa… in modo assurdo cmq hanno sempre ragione loro…. gli sbagli si pagano ok l’arresto ma perche con la morte??? xe??? stiamo arrivando a un punto noi contro lo stato poi si che ci sara da divertirsi INFAMIIIIII 22 ANNI POTEVA ESSERE VOSTRO FIGLIO AMMAZZATE CHI STUPRA CHI UCCIDE NO CHI HA FATTO LA CAZZATA DA RAGAZZINO MERDEEEEEE X LUCA VORREI VEDERTI IN FACCIA SACCONE DI MERDA C’E’UN DETTO CHI SPUYTA IN CIELO IN FACCIA TORNA OKKIO POTRESTI AVERE LO STESSO PROBLEMA CON TUO FIGLIO/FRATELLO PADRE ECC..

    MANUEL R.I.P

  43. mimmo
    13 novembre 2009 alle 11:12

    POVERA ITALIA IL CARCERE SERVE X RIEDUCARE SOPRATUTTO I EATI COME
    MANUEL= RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE
    STEFANO COCCHI=QUALCHE DOSE DI MARYUANA
    ECC
    CAZZO E LE MERDE CHE STUPRANO COME STI ZINGARI VILLA AL MARE ECC CE SOLO DA VERGOGNARSI SIGNORI E ARRIVATA L’ORA DI INCOMINCIARSI A FAR GIUSTIZIA DA SOLI

  44. alsancak
    5 giugno 2011 alle 20:05

    Non si tratta di pensare che questo ragazzo sia in pace, ma di incriminare questi feroci assassini che hanno riversato su di lui tutta la loro accanita e brutale forza animale, persone (ma non le chiamerei persone) che sono ancora in liberta’, che forse ridono ogni tanto, che tornano a casa e che pretendono di essere parte di una societa’ ma che hanno tutto il carattere dell’irrazionale disturbo da psicipatici da criminali autoritari, dove siete come vi chiamate? dovrebbero essere conosciuti i loro nomi.

  45. Yuri
    25 luglio 2013 alle 18:41

    ❤Manuel ❤ io non ti ho mai conosciuto ma leggo ora la tua brutta e breve Vita prego x te e x la tua famiglia sei stato e sei un dolce Figlio Bello questo dolore è innaturale e invivibile purtoppo ne sono consapevole T V B Ciao Manuel❤

  46. Diaz
    26 luglio 2013 alle 01:24

    manuel. che dire? una vita spezzata da dei cani di stato che hanno tutti gli obblighi tranne che ferire o addirittura uccidere, come se il corpo dei detenuti fosse di loro proprietà. lo so bene io, che mentre tornando a casa una sera, dei cani vestiti di blu mi hanno spaccato un braccio e incrinato tre vertebre cervicali mentre ero con le mani in alto. se non fosse stato per un marocchino che mi ha trascinata via, forse avrei fatto la stessa fine del povero federico o la tua. ma la tua famiglia sappia che le persone oneste, le persone che hanno davvero un’anima sanno che tu eri solo un povero ragazzo innocente con tutta la vita davanti, spezzata senza diritto e bestialmente da dei servi del potere costituito. forse agli occhi della legge resteranno impuniti, ma sono loro che ogni giorno fanno un lavoro di merda, pestando ragazzini e indifesi per sfogare chissà quali frustrazioni personali. tu sei morto e sei in pace ora, loro dovranno vivere per sempre nell’angoscia e nella paura. luca, sei un cane e anche tu un giorno farai i conti con il tuo karma, forse sul letto di morte, quando ti renderai conto che la materialità non conta e le tue parole ti hanno sporcato l’anima. e allora ti reincarnerai in un batterio rettale, cioè quello che già sei in questa vita. un abbraccio alla famiglia e l’augurio di trovare pace, un giorno, per quanto difficile sia. Diaz

  47. mirko
    26 luglio 2013 alle 01:55

    ciao manuel non ci conosciamo ma ho letto il tuo articolo….non meritavi tutto questo nella vita si sbaglia ma si danno altre opportunità non capisco perche si sono accaniti su di te quando al mondo lasciamo a piede libero delinquenti a pieno carico e veramente squallido il mondo fa schifo………………….

  48. olga
    26 luglio 2013 alle 13:24

    e c’è il solito povero di spirito e di cervello che tira in ballo gli zingari… proprio come fanno i fascisti e gli sbirri. vivici tu dove vivono loro, imbecillle.
    Vicina alla mamma di Manuel come a Maria Ciuffi come alla mia amica Natascia Casu a cui hanno ucciso il babbo 7 anni fa… ma prendiamocela con chi dobbiamo, che siano guardie, secondini, sbirri, psichiatri e compagnia. GLi zingari non c’entrano un cazzo.
    Mamma adottiva di una ragazza Rom.

  49. Adriana
    26 luglio 2013 alle 14:49

    Questo e’ uno Stato che non ci sa TUTELARE!

  50. DIEGO
    27 luglio 2013 alle 11:46

    NON O PAROLE MANUEL TU NN CI SEI PIU MA E GIUSTO CHE GIUSTIZZIA SIA FATTA………….IO POSSO DIRLO LE CARCERI SNO LA MORTE DI TANTE PERSONE…CHI E STATO IN CARCERE PUO SAPERE COSA STA PASSANDO I GENITORI DI MANUEL..GRAZIE GOVERNO PER CAUSA TUA UN ALTRO RAGAZZO E MORTO MASACRATO DI BOTTE E RIEMPITO DI MEDICINALI CHE NN DOVEVA PRENDERE………GRAZIE GOVERNO.IO AUGURO CN TUTTO IL CUORE CHE CHI A SBAGLIATO PAGHI.MA IN ITALIA NN FUNZINA COSI.PAGA SOLO CHI NN FA NIENTE……….VERGOGNATEVI.SCHIFOSI BASTARDI.VI AUGURO IL MALE PIU BRUTTO CHE VI POSSA CAPITARE,,,,,,,,,,,PERCHE MANUEL NN DOVEVA MORIRE BASTARDI

  51. 28 luglio 2013 alle 07:59

    andiamo fuori dal carcere….aspettiamo gli aguzzini e ammazziamoli tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  1. 25 luglio 2013 alle 10:23

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: