Home > ACAB, ATTUALITA', BLOG, Migranti e Mar Mediterraneo > Alessandro Amigoni: vigile urbano, maestro di tiro, ASSASSINO

Alessandro Amigoni: vigile urbano, maestro di tiro, ASSASSINO


Alessandro Amigoni, agente della polizia locale di Milano: ASSASSINO

Eccolo il vigile assassino!
Hanno detto di tutto nei primi momenti: io senza saperne molto, dopo pochi minuti ho lanciato su twitter imprecazioni contro un assassino.
In tanti mi hanno scritto le peggio cose, che non potevo parlare così di un uomo che stava facendo il suo dovere, che aveva avuto paura  (come chiunque, sostengono perfidamente e convinti quelli che scrivono) nel trovarsi davanti ad una pistola puntata contro.
Mi puzzava dall’inizio la ricostruzione che ci raccontavano in rete pochi minuti dopo: mi puzzava l’inseguimento, mi puzzava il fatto che il morto era disarmato ma quello accanto a lui “avrebbe avuto” un’arma e l’ “avrebbe puntata”, scappando, contro i vigili.
MENZOGNE.
Non c’era nessuna pistola in quella corsa che di certo nessuno pensava mortale.
Nessuna pistola: quello che invece c’era di sicuro è un killer. Un killer dichiarato, perché basta guardare questa foto ed avere mezza informazione sulla vita di questo Alessandro Amigoni…che ha un nome e un cognome come vedete, al contrario del “migrante cileno di 28 anni”, che non ha diritto a nulla, manco da morto.
Colpevole di correre, di esser scappato dal luogo di una rissa: colpevole di aver incontrato sulla sua strada un assassino, un uomo che non aspettava altro che tirare su qualcuno, soprattutto su un qualcuno la cui vita conta nulla per uomini come Amigoni: come un migrante.
Si chiamava Marcelo Valentino Gomez Cortes, per noi questo nome è importante.

Ora vediamo cosa ci diranno, vediamo se dopo queste foto e il profilo che sta uscendo di quest’uomo pssano almeno evitare che vi venga raccontata la menzogna della legittima difesa, della paura o quant’altro.
E’ un assassinio , per mano di un uomo che era un assassino potenziale già solo guardandolo da lontano:
ma lavorava per lo Stato, armato di una beretta 84F, all’interno del reparto dei 53 “duri” della polizia locale milanese, il “Nucleo operativo Duomo-Centro”, impegnato nella lotta all’abusivismo commerciale e alla contraffazione. Insomma, quei boia caccia migranti che girano per le nostre strade, con il desiderio di uccidere a quanto pare.

ORE 15: ci ripenso sopra, perché non riesco a non farlo.
E allora mi vado a cercare un po’ di news e sviluppi e leggo i particolari che iniziano a venire alla luce.
In primis un po’ di balistica che va a confermare che il colpo è entrato dalla scapola sinistra per uscire dal capezzolo, perforando il cuore.
Cosa che ci conferma l’omicidio ad un uomo di spalle, mentre correva.

Poi, fortunatamente tutto ciò sta uscendo dettagliatamente fuori perché i suoi stessi compagni di squadra, ben 3, hanno dichiarato nero su bianco in tre diversi interrogatori di non aver mai visto nessuna pistola.
Oltretutto l’unico testimone civile, un passante, ha confermato la cosa dando un triste dettaglio un più, cioè che scappavano urlando “non sparate”!

E ancora…e qui nasce il mio sconcerto.
L’avvocato di quest’assassino in divisa è Gian Piero Biancolella, avvocato di Calisto Tanzi. Cavolo! Ma quanto guadagna un vigile urbano?
E come fa a pagare la parcella dell’avvocato Biancolella?

IL 21 MARZO ARRIVA LA PERIZIA BALISTICA: LEGGI tutto si conferma!

Advertisements
  1. 15 febbraio 2012 alle 09:15

    Dopo queste premesse, una visita psichiatrica nooooo e, altrimenti avemmo salvata una vita

  2. andrea
    15 febbraio 2012 alle 10:43

    E’ bello sapere che in una società democratica come la nostra, che ha conosciuto ripetutamente l’orrore della guerra solo nell’ultimo secolo, siamo nelle mani di bacati psicotici che vedono troppa tv.

    Comunque sarà bene sempre ricordare che ALESSANDRO AMIGONI, AGENTE DELLA POLIZIA LOCALE ovvero VIGILE DI MILANO, é a tutti gli effetti UN VIGLIACCO ASSASSINO.

  3. 15 febbraio 2012 alle 13:09

    Purtroppo, Vale, questo è solo l’ultimo di molti casi così. Se un comune cittadino uccide un altro essere umano non c’è alcun dubbio a usare le parole omicidio e assassino. Ma se a uccidere un altro uomo è qualcuno armato dallo Stato tutti parlano di legittima difesa e di colui che è stato ucciso come del criminale.

  4. fede
    15 febbraio 2012 alle 13:46

    in galera tutta la vita per questo assassino figlio di puttana!

  5. Marco
    15 febbraio 2012 alle 14:29

    Fatti curare e fai una bella cosa…il migrante!ecco magari vattene in cile

  6. 15 febbraio 2012 alle 15:04

    bhè questo proprio no.
    Non solo da queste parti siamo contro il carcere, ma consideriamo l’ergastolo alla stregua della tortura…!

  7. 15 febbraio 2012 alle 15:04

    ripeto MArco Cambraomi@yahoo.it, siamo contro il carcere, la tortura e l’ergastolo:
    ma il concime serve sempre.
    E tu funzioneresti benissimo

  8. Mara
    15 febbraio 2012 alle 15:46

    Superuomo, perchè non firmi con nome e cognome il tuo momento di gloria via web? Sentenziare su fatti e persone che nemmeno conosci fa di te un omino piccolo quanto una pulce (per non dir di peggio e non cadere nella tua stessa infamia!) sia umanamente che moralmente.
    Alessandro, se non ti dispiace, è un mio Amico. Lo conosco bene, e non è mai stato n’è aggressivo n’è tantomeno esaltato; anzi, ti racconterei aneddoti familiari ma non vale la pena condividerli con un cerebroleso sottosviluppato come te.
    Ti dirò di più: dal modo in cui ti esprimi ne traspare, oltre alla tua incalcolabile ignoranza, un delineato preconcetto tipico di un teppistello di quart’ordine subito pronto a puntare il dito contro qualsivoglia forza dell’ordine…chissà come mai ti stan tanto sulle balle le divise; forse le temi perché al posto dell’extracomunitario clandestino con precedenti saresti scappato anche tu? Io, che sono una persona onesta, non ho MSI fatto nulla di male n’è ho nulla da nascondere, ai posti di blocco non scappo!!! Fai pena, vergognati

  9. 15 febbraio 2012 alle 16:27

    uffa…e io che pensavo di essere un teppistello di prim’ordine, mannaggia!!
    ma come dice n’amico mio MSI dire MSI…!
    ma tu invece che manco l’email metti vera chi sei?
    Il mio nome e cognome lo trovi ovunque, in questo blog…

  10. 15 febbraio 2012 alle 16:38

    Mara, perché non firmi con nome e cognome?
    Sentenziare su persone che non conosci fa di te una donnina piccola quanto una pulce.
    Mara mi dispiace davvero tanto che Alessandruccio sia il tuo amichetto del cuore, e che ora te lo portano via e magari lo mettono in galera e li succedono cose brutte brutte. Ci sta anche che se lo inculino, il tuo Alessandruccio. Così poi, vedrai, di aneddoti familiari ne avrà da raccontare lui, ma tanti tanti tanti. E li condiderà perfino con una cerebrolesa qual tu sei.
    Ti dirò di più: dal modo in cui ti esprimi traspare un gran bruciore di culo, oltre che un preconcetto tipico di un servitorello di quint’ordine, subito pronto a sdilinquirsi quando qualcuno spara alla schiena del primo disgraziato che scappa. Ti piacciono tanto le divise, vero? Chissà che sogni erotici ci fai la notte, considerando che devi essere un cesso che neppure l’ultima guardia forestale ti si farenbbe. Ed hai voglia a non scappare ai posti di blocchi, che tanto non ti cacano manco di striscio. Nemmeno per la compassione che potresti anche fare, considerata come sei ridotta.

  11. moover
    15 febbraio 2012 alle 16:38

    Mara tora a domenica in

  12. freedom
    15 febbraio 2012 alle 16:39

    (A)Mara, ho letto con attenzione il tuo commento, dopo aver letto il post di Baruda. Ne traggo che il tuo modo di esprimere giudizi negativi sul “teppistello” Baruda, sia dovuto ad una forte empatia col suddetto assassino, per ovvi motivi di amichevoli rapporti che tu stessa/o hai citato. Concordo con Baruda nel definire il signore in questione un esaltato, perchè da che mondo è mondo, la passione per le armi di certo non corrisponde ad una visione pacifica dei rapporti tra le persone. Chiaro che quando citi “aneddoti familiari”, questi non possono essere presi in considerazione, perchè il profilo di questi personaggi quasi mai si accentua in famiglia. Lo “sceriffo” è un uomo tutto d’un pezzo, che colpisce i “cattivi”, che non sono mai né la moglie, né il figlio, né gli amici. Vorrei allusivamente ironizzare sul fatto che se è un tuo amico, dal tono offensivo che usi, un motivo ci sarà.

  13. freedom
    15 febbraio 2012 alle 16:45

    Ops…dimenticavo di ricordarti che il definire “extracomunitario con precedenti” un uomo, non equivale a giustificare uno “sceriffo” qualsiasi. Non so se tu abbia la vaga idea di cosa significhi UN COLPO AL CUORE ALLE SPALLE. UN COLPO AL CUORE ALLE SPALLE. UN COLPO AL CUORE ALLE SPALLE. UN COLPO AL CUORE ALLE SPALLE. UN COLPO AL CUORE ALLE SPALLE. UN COLPO AL CUORE ALLE SPALLE. UN COLPO AL CUORE ALLE SPALLE.

  14. San-dro
    15 febbraio 2012 alle 16:48

    Mara, in non so in che posto hai vissuto negli ultimi trentanni, in effetti non so nemmeno se ce li hai trentanni, ma mettersi a difendere le forze dell’ordine italiane, pari in brutalita’ a quelle greche, e’ davvero ridicolo. Ti do’ una mano
    http://lmgtfy.com/?q=forze+dell%27ordine+italia+abusi
    Infine, sei per caso al corrente che “se non hai nulla da nascondere, non hai nulla da temere” e’ da sempre il motto preferito di ogni sistema autoritario che si rispetti?
    Saluti,

    Teppistello di prim’ordine

  15. Mara
    15 febbraio 2012 alle 16:48

    Caro Franco Senia, se l’unica tua preoccupazione è che io sia un cesso intrombsbile, mi basta veder la tua foto! Il mio cognome non viene pubblicato in quanto personaggio pubblico…nonché finalista a MISS Italia (tanto son brutta!).
    Il punto fondamentale è che tutti son pronti a puntare il dito senza conoscere i reali fatti.
    Vi indignate se un extracomunitario travolge e uccide un vigile in bicicletta; li il martire era il vigile, ora il vigile dev’essere per forza un assassino. Io dico solo: moderiamo i termini. La magistratura farà il suo corso; e non sta certo a noi e voi condannare con appellativi simili una persona che non conoscete.

  16. 15 febbraio 2012 alle 16:51

    e perché vuoi il mio di nome? non sei capace a cliccare sul profilo fb o sul mio blog fotografico che porta il mio nome e cognome.
    Ho il culo floscio, lo posso pubblicare e tu no, perché ce l’hai sodo. STUPENDO!

  17. 15 febbraio 2012 alle 16:53

    la magistratura? ora parli di magistratura??
    ma come hai cambiato tono…la magistratura andrà a vedere un esame autoptico che parla di scapola sinistra e fuoriuscito dal capezzolo …
    la magistratura ha già preso le deposizioni dei colleghi del tuo caro amico Rambo…e tutti e tre hanno detto che quello che tu definisci un clandestino (non lo era anche lo fosse STI CAZZI) non era armato..tantomeno il suo compagno di fuga.
    punto.

    siamo felici di non conoscerlo, lo conosceranno i nostri compagni, quelli in carcere.
    Anzi no, quelli come lui finiscono in reparti speciali, altrimenti gli altri detenuti li fanno fritti, col butano

  18. 15 febbraio 2012 alle 16:57

    e smettila di pubblicare commenti su quanto è bello il tuo culo da modella.
    non ci interessa…
    ciao belle chiappe

  19. Mara
    15 febbraio 2012 alle 17:00

    Eh beh certo che se uno scappa ed è in movimento, il colpo può raggiungerlo ovunque!
    Siete tutti periti balistici?
    Cmq, rispondete ad una sola domanda: se era così una brava personcina, perché scappava????????????
    Magari stava correndo a violentare una delle vs figlie o sorelle…e ve lo sareste meritato!
    Spiacente, sono al palmare e non tutto mi è collegato da qui…senza necessita di offendere sulle mie capacita tecnologiche!
    Di anni ne ho 35, ndr…e proprio stanca di aver passato gli ultimi 20 della mia vita alle prese con stalker vari o omino chi che durante gli eventi ti toccano il culo

  20. 15 febbraio 2012 alle 17:03

    eh ma parli solo del tuo culo, che a 35 anni potresti pure cambiare discorso cara..
    il mio sarà un fiore in confronto ahahahah!
    cmq…sono i periti balistici a dirlo: un colpo solo, a trapassargli il cuore,
    i corsi di tiro l’ha fatti bene il tuo amico, fagli i complimenti.

    mo se je dice bene può fare il lavorante…mocho e cessi dei bracci del carcere…
    lo pagano eh! ce se compra i fornelletti per farsi il caffè…

    SCAPPARE E’ UN DIRITTO.
    SPARARE E’ OMICIDIO.

    ma tu pensa a mostrare il tuo culo

  21. 15 febbraio 2012 alle 17:06

    Gentile Ospite, immagino che Lei sia turbato/a per la vicenda. E’ comprensibile. Lo siamo tutti. Ma prima di giudicare le parole di qualcuno bisognerebbe capire chi è questo qualcuno e perchè scrive quello che scrive. Vede, qui nessuno vuole sentenziare su fatti che non conosce. Se Baruda ha deciso di riportare la drammatica vicenda è perchè questo sito è un blog di controinformazione. Se avesse dato almeno una scorsa alle pagine del sito avrebbe trovato sia il nome e cognome della persona che scrive sia avrebbe capito di cosa si occupa in questo spazio. Lei scrive di essere una persona onesta. Io non mi permetto di dubitarlo. Come potrei farlo dal momento che non la conosco? Ora, Lei conosce Baruda? E’ evidente di no. Allora in base a quale criterio può lanciare giudizi sulla sua umanità e moralità e ancor peggio affermare, con tanta sicurezza, che è un “teppistello di quart’ordine”?
    Con questo interrogativo, Le porgo i miei ossequi.

    Donatella Quattrone

  22. 15 febbraio 2012 alle 17:07

    e cmq…smettila di darmi del maschio…
    ho la patatina, più brutta della tua ma ce l’ho anche io!

  23. giorgio olmoti
    15 febbraio 2012 alle 17:11

    cara Mara o caro Mara o carum Mara che ci teniamo sul neutro in mancanza di elementi che consentano di determinare chi sei in un leale gioco a viso aperto tra tutti, compresa, leggi in labiale, valentina “baruda” perniciaro, titolare di questo spazio. ti incazzi e se hai delle ragioni per incazzarti è giusto che le metti sul tavolo. leggo e mi pare di capire che i punti forti del tuo intervento vertono su due concetti a) l’ignoranza b) il preconcetto. i tuoi motori critici si sono attivati perchè girando per la rete hai trovato l’intervento di valentina “baruda” perniciaro gravato da questi due cancri significativi. e sul fatto che son cancri siamo in pieno accordo. non ti preoccupare, non ci casco, non ti dirò che “n’è” è scritto e pensato sbagliato e che “dal modo in cui ti esprimi ne traspare” è punibile con pene variabili da uno a sei anni presso il tribunale della sintassi minima, perchè ti smonterei il bel castello dell’ignoranza degli altri con una mossa bassissima. l’ignoranza mara mia è una cosa più complessa, è un immaginario anabolizzato dalla televisione e dalle chiacchiere in attesa dal parrucchiere, è una bestia che si insinua sottopelle e che ti si pianta tra l’aorta e l’intenzione, come diceva quell’altro, senza dartene ragione o sospetto. l’ignoranza è così puttana che ti trasmette un bel fottuto senso di immunità e ti fa sentire di essere in grado di capire tutto, immaginando da qualche riga chi hai davanti. mara, è duro da svelare, ma quella che hai attivato non è la tua immaginazione ma piuttosto quei quattro salti in padella di idee che ti hanno venduto per pensiero libero. e quindi giù col teppistello, pure col pisello avvitato davanti te lo sei immaginato ‘sto baruda, e il clandestino e signora mia dove andremo a finire di questo passo. già, dall’ignoranza siamo finiti a piedi pari nel preconcetto. come vedi ti sei immaginato tutto quello che non era. magari ti succede anche con gli amici di famiglia.

  24. 15 febbraio 2012 alle 17:11

    Ora mi rendo conto! Stiamo parlando con una donna pubblica. Peccato, non averlo capito prima. Ovviamente, corri dei rischi, in quanto donna pubblica, per cui è ovvio che non puoi dare né le tue generalità, né altro. Speriamo se ne rendano conto anche quei pezzi di merdi vigliacchi che sparano alla schiena appena hanno a che fare con qualcuno che non dà le sue generalità. Ad ogni modo, se ti sparassero, pazienza, vorrà dire che l’extracomunitario andrà in bianco.

  25. San-dro
    15 febbraio 2012 alle 17:13

    Mara :

    Cmq, rispondete ad una sola domanda: se era così una brava personcina, perché scappava????????????
    Magari stava correndo a violentare una delle vs figlie o sorelle…e ve lo sareste meritato!

    Ma ti rendi conto di quello che hai appena scritto? Ma davvero fai? Ti ripeto, questo e’ il fondamento concettuale di OGNI totalitarismo. Mentre la gente va’ in strada in tutta Europa a protestare contro ACTA, tu scrivi queste cose?

  26. Mara
    15 febbraio 2012 alle 17:14

    Allora perché sbavi, come tutti gli uomini etero, davanti ai culi in televisione?

  27. 15 febbraio 2012 alle 17:17

    ma sei stupida proprio, c’è poco da fa….

  28. Mara
    15 febbraio 2012 alle 17:18

    Gentilissima Donatella, come già detto, non sono al pc! Non posso navigare ovunque da qui… Proprio per la lentezza di connessione in cui mi trovo, non tutti i miei commenti eran rivolti a Lei.

  29. 15 febbraio 2012 alle 17:18

    No, si comporta come è abituata a fare con alessandruccio suo

  30. 15 febbraio 2012 alle 17:21

    cara Mara…Donatella si riferisce alle tue prime righe, rivolte a me.
    Valentina Perniciaro, di anni 29, vuoi sapere le mie misure immagino,
    forse capisci solo quello e le pistole

  31. 15 febbraio 2012 alle 17:23

    Sì, è a volte sbaglia e fa confusione. Sta ancora a mordersi le mani per essere stata rifiutata a Miss Padania, per aver scritto, alla voce circonferenza seno, calibro 7,62 NATO. Roba da pazzi! E tu, Valentina, non capisci la poverina, la maltratti, lei e il suo alessandruccio.

  32. giorgio olmoti
    15 febbraio 2012 alle 17:23

    vabbè va, mara è un poveretto che ha bisogno di una tragica attenzione e la cerca in rete sbirciando scampoli di vite altrui. un segaiolo a 72 dpi che passa dal vigile amico a miss italia. per me è morta qui. ciao mara, ora andrai in un sito di juventini a scrivere forza toro. fai così che almeno metti del tempo perso tra te e il suicidio.

  33. 15 febbraio 2012 alle 17:24

    Soltanto finalista a miss italia? Peccato.
    Lì per vincere bisogna essere sia belle che intelligenti.

  34. 15 febbraio 2012 alle 17:26

    io posso, sono un teppistello di quart’ordine!
    invidioso eh?

  35. Mara
    15 febbraio 2012 alle 17:43

    Non necessito di lezioni grammaticali NÈ ortografiche; sono al palmare…E 3!!!!!!!!!!
    Francuccio dolce, a 50anni sei piu infantile dei bambini dell’asilo: “Alessandruccio mio” suona proprio come un tormentone da sfottò in età scolare! Mi fai quasi ridere, per non piangere!
    Povero figliolo (oddio, “figliolo”…alla soglia della pensione sarà l’halzeimer!)

  36. Mara
    15 febbraio 2012 alle 17:44

    ALZHEIMER…scusate, il palmare mannaggia mi da fare certe figure da inacculturata…azz!

  37. Mara
    15 febbraio 2012 alle 17:47

    Egr. Senia, ma secondo te si misura tutto sessualmente? Alla tua età ne avrai vaghi ricordi, ok; ma pensi che una donna vada per forza con tutti? A giudicare dalla tua frustrazione parrebbe che con te, invece, ne siano venute pochine…e si capisce!

  38. 15 febbraio 2012 alle 17:57

    Guarda Mara, che se stai cercando di farti psicanalizzare, con me non attacca, considerato anche il fatto che sei un caso disperato, e nessun professionista bravo si farebbe carico di una jattura qual tu sei; senza considerare il fatto che ti andrebbe anche insegnata la lingua (l’italiano, intendo). E, per carità, ora non cominciare con gli aneddoti familiari!

  39. Perla
    15 febbraio 2012 alle 17:57

    Ah mara…ma vattelapiàndoselapreserosa! dall’accanimento e dall’assiduità con cui scassi il cazzo con i tuoi commenti inutili sembra proprio che manco te ne prendi tanti di cazzi eh…e scusami per i francesismi…

  40. giorgio olmoti
    15 febbraio 2012 alle 18:01

    sul fatto che son pochine quelle che son venute col senia devo darle ragione e lo so io che mazzo mi son fatto per rimettere tutto in pari e ridare armonia all’universo.

  41. 15 febbraio 2012 alle 18:01

    Cara Mara, certo che Lei è proprio l’Amica che tutti vorrebbero avere! Sono così commossa dalla sua capacità di amicizia da dedicarle questa canzone:

    Certo però che da una come Lei mi sarei aspettata qualche parola sulla pace nel mondo piuttosto che un discorso tutto culi e pistole… Ma tant’è…

  42. 15 febbraio 2012 alle 18:15

    ahahahhahaah

  43. freedom
    15 febbraio 2012 alle 18:17

    Non mi risulta che a tirare in ballo il sesso con le sue molteplici allusioni, sia stato Franco. Direi che l’uscita (con tanto di discesa libera) dal discorso sia dipesa dalla tua affermazione riguardo Miss Italia. Parlavamo di un vigile con aspirazioni da sceriffo ammmmmericano, che ha sparato ad uomo che scappava disarmato. Lo ha colpito al cuore, e ora si fa ben difendere da un super avvocato. Probabilmente a violentare la sorella, sarebbe stato il tuo amico, se non fosse incappato in quell’episodio. Se proprio vogliamo citare la legge dei grandi numeri, gli italiani e bianchi, sono la maggior parte in Italia, quindi i violentatori, molestatori e violenti, sono necessariamente la maggior parte.

  44. 15 febbraio 2012 alle 18:19

    giorgio olmoti :
    sul fatto che son pochine quelle che son venute col senia devo darle ragione e lo so io che mazzo mi son fatto per rimettere tutto in pari e ridare armonia all’universo.

    hai fatto ridere anche me – soprattutto per quel “venute” al posto di “andate” – pur non essendo una donna. O lo sono???

  45. Mara
    15 febbraio 2012 alle 18:30

    Io “pistole” non le ho nemmeno nominate; sui “culi” son stata provocata e ho risposto. Caro Mr. Senia, si preoccupo della sua di istruzione; Le garantisco di esser andata ben oltre le 150ore per il conseguimento del titolo di licenza media!
    Quindi in pratica dovrei prendere insulti, lezioni di vita e tacere? Ricordatevi che nessuno al mondo avrebbe, in via teorica, il diritto e la facoltà di giudicare individui altrui; concetto forse a voi blasfemo delineate le immani capacità di ridicolizzare, apostrofare ed insultare chiunque.
    I blog credevo fossero stati inventati con l’intento di scambiarsi opinioni e punti di vista, ma è noto non esser così in questo spiacevolissimo contesto. Ognuno sta andando per la propria strada tritando gli altri sotto ad un carro armato, simulando una bieca competizione all’offesa più mediocre.
    Pluri Dott. Senia, questa terminologia e dialettica del ns idioma, La aggrada?

  46. Mara
    15 febbraio 2012 alle 18:36

    Freedom, mi son presa del cesso in risposta a tutt’altro; chi è cascato per primo nel ridicolo? Cosa centrava la fisicità in questo tema?! (che si guardi allo specchio, tra l’altro…da che pulpito, mr. Senia-Clooney). Ed è colpa mia perchè ho risposto sullo stesso filone? Mah… Come sempre è facile prendersela in 100 contro 1 solo!
    State girando le frittate in padella. Non sono io ad esser cascata per prima in certi discorsi!

  47. 15 febbraio 2012 alle 18:51

    ma tu parli di carri armati sul corpo di una persona per cui non hai avuto il minimo rispetto.
    che cosa agghiacciante cara mia.

  48. San-dro
    15 febbraio 2012 alle 18:58

    Mara :

    I blog credevo fossero stati inventati con l’intento di scambiarsi opinioni e punti di vista, ma è noto non esser così in questo spiacevolissimo contesto. Ognuno sta andando per la propria strada tritando gli altri sotto ad un carro armato, simulando una bieca competizione all’offesa più mediocre.

    “[…]Sentenziare su fatti e persone che nemmeno conosci fa di te un omino piccolo quanto una pulce (per non dir di peggio e non cadere nella tua stessa infamia!) sia umanamente che moralmente.”
    “[…]Fai pena, vergognati”

    *Facepalm*

  49. 15 febbraio 2012 alle 18:59

    Mara, adesso hai rotto i coglioni. Torna nella tua discarica, piccolo pezzettino di merda. Cosa cazzo bofonchi, povera mentecatta? Le 150 ore e la facoltà di giudicare? Concetti blasfemi? dialettica dell’idioma???? Tu sei nata scema, e non te ne sarebbero bastare 150mila, di ore. Parli di giudicare, quando difendi uno stronzo che ha giudicato, condannato ed eseguito la sentenza. Tutto in proprio. Cero era un bravo ragazzo rispettoso e aveva gli aneddoti familiari. Anche Hitler amava i suoi cani, ed era vegetariano perché aveva in orrere uccidere gli animali. Lascia perdere – dammi retta – e vai in culo. Non ti addentrare sulla genealogia dei blog ed altre simili amenità, ché tanto capisci nemmeno la metà di uno che non capusce una sega. Evita di farti psicanalizzare e anche di studiare la grammatica (la sintassi per te è irraggiungibile!). Limitati a dimenare quel tuo culo, che è senz’altro il tuo punto più alto. Ma vallo a fare da un’altra parte. Qui non è aria.

  50. Mara
    15 febbraio 2012 alle 19:18

    Baruda, snz insultarci tipo asilo mariuccia, qui di agghiacciante c’è lo scarso rispetto che tutti manifestano contro tutti; i fatti di cronaca, spesso vengono riportati distorti, quindi nè io nè voi, essendo presenti, possiamo aver la certezza di come si sia svolta la vicenda. Diciamo però che esordire con ASSASSINO, è molto pesante; già gli esordi, qui, erano irrispettosi!
    Non difendo a spada tratta nessuno, anzi, ho sempre difeso Carlo Giuliani morto al G8 di Ge (in quanto un estintore contro una camionetta blindata non giustifica un’arma ad altezza d’uomo); ma al di la di quanto sia profonda o superficiale la mia conoscenza di qs persona (non è Alessandruccio mio tanto x intenderci) ti posso dire con tutta sincerità, stima e fiducia che non si tratta di un mostro…anzi. Mi limito a dire “vai a sapere cos’è successo davvero”. Ma infamare una persona a priori non è mai bello

  51. Mara
    15 febbraio 2012 alle 19:23

    Complimenti Senia, tu hai capito veramente tutto dalla vita! Non meravigliarti di qs fatti di cronaca, perché se tutti fossero attaccabrighe quanto lo sei tu, di morti per le strade ce ne sarebbero quotidianamente.
    Siamo in un paese libero, e ho tutti o diritti come voi del resto, di dire la mia, anche se a sua eccellenza Senia la cosa non garba.

  52. Marco
    15 febbraio 2012 alle 19:27

    peccato la discussione verta su vari attacchi da persona a persona, e non su quello che dovrebbe far ragionare un pelo più a fondo… perché diamine debba esistere un corpo “speciale” all’interno della polizia municipale, proprio non lo riesco a concepire…
    che amigoni sia un assassino, non vedo come possa essere messo in dubbio, visto che gli ha pure sparato alle spalle l’infame, ma perché gente così viene armata?
    perché la polizia municipale non ha come massima possibilità quella di usare un taser, anziché una vera pistola?
    perché in casi di emergenza non c’è possibilità di coordinarsi con FdO più addestrate e magari preposte a (eventuali) interventi di maggior gravità?
    qui una vita è stata spezzata da un rambo costruito (e costituito) da un’amministrazione locale, dunque sarebbe lecito discutere sull’eliminazione del “corpo speciale”, sull’armamento di cui è dotala la stessa e sul fatto che nel 2012 sia utile un coordinamento fra i vari corpi (cc, ps, gdf e pm) che attualmente navigano in solitaria…
    comunque questo è omicidio premeditato e pure da infame, viso che spara così bene, se proprio doveva fare rambo, almeno mirare alle gambe… :((

  53. 15 febbraio 2012 alle 19:47

    Occazzo, questa è proprio scema, non fa finta. Arriva sparando insulti e costruendo tutto un artifizio retorico su una falsità patente (che Valentina scriverebbe sotto anonimato, senza metterci la faccia e il nome), poi fa la vittima perché sarebbe stata insultata, lei così brava e gentile (ha perfino difeso Carlo Giuliani!!!), poi cerca di calmare le acque con la persona contro cui ha esordito, insultandola pesantemente. E, ciligiena sulla torta, fa vedere a tutti che razza di deficiente sia, affermando che un blog (dove chi lo gestisce e modera fa quel che più gli aggrada) sarebbe un paese libero, per cui anche lei avrebbe il diritto di dire la sua!! Ma perché nessuno ti spara? Così ti salva.

  54. 15 febbraio 2012 alle 19:59

    Ragazze/i, stiamo dando troppo spazio a sta/o demente. Mara fai una bella cosa, a carnevale vestiti da vigile urbano e punta la tua pistolina finta verso i “negri”, magari è la volta buona che ti pigli una bella scarica di mazzate.
    P.s. spero che a sto bastardo di sbirro gli venga un tumore che lo faccia morire a poco a poco….

  55. andrea
    15 febbraio 2012 alle 20:31

    Bè alla fine qui si stava cercando di ricordare che AMIGONI ALESSANDRO è un ASSASSINO, il che non gli preclude praticamente nulla nella nostra seria società.

    Quindi, a scanso di equivoci, è meglio ricordarsi cognome e nome AMIGONI ALESSANDRO = ASSASSINO, che magari un domani riuscirà a ripetersi.

    ‘A Mara, ma chi cazzo sei e chi cazzo ti incula, il palmare non è in grado di calcolare le stronzate che hai in mente, quindi torna a succhiare minchie a missitalia così poi gli paghi la cauzione a quella merda che hai per amico

  56. Melania
    15 febbraio 2012 alle 20:43

    Mara, ma tu o’ vero faje? “se era così una brava personcina, perché scappava???” Cioè uno che scappa, anche se fosse criminale, può essere sparato alle spalle? MARAAAA!!! Domandatelo e datti una risposta: un vigile può sparare alle spalle ad un uomo disarmato che scappa? NO e BASTA! che perizia balistica vuoi? se non spari in alto per fermarlo, ma spari di fronte a te colpendolo alle spalle, o sei totalmente inetto e non dovresti portare una divisa armata, oppure lo hai fatto apposta e sei un criminale, e non la dovresti portare a maggior ragione. Comunque secondo me stà Mara è un bluff ragà… una che comincia a parlare del suo amico che stanei guai insultando baruda e poi finisce col raccontare che è stata quasi miss italia, c’ha il culo tosto, è un personaggio pubblico… vabbuò Mara Maro comm’ Maronn’ ti chiamm’, và a pija pe cul’ ai sciemi comm’ a tte, va.

  57. Marco
    15 febbraio 2012 alle 21:22

    bah… miss mara apparte (don’t feed the troll!), resta il fatto che è stato appena deciso che sto “nucleo operativo” resta attivo (stiquazzi la giunta pisapia!), che st’assassino al massimo beccherà 9 anni (vedi spaccarotella) e che Marcelo Valentino Gomez Cortes, 28 anni e padre di due figli di 5 e 7 anni viene quasi manco nominato (la maggior parte dei media parlano di “giovane cileno”) – mondoddimmerda!

  58. 15 febbraio 2012 alle 21:54

    si non sembra avere diritto ad un nome, ma non è la prima volta purtroppo.
    Il nucleo operativo dei “duri” non si tocca, e forse neanche questo dovrebbe stupirci, malgrado Pisapia.
    Anche questa volta non sarebbe la prima volta.
    Se pensi che i GOM, le squadrette di pestatori in carcere, le ha istituzionalizzate Oliviero Diliberto…

  59. 15 febbraio 2012 alle 22:27

    Malgrado? No, direi, proprio grazie a Pisapia!

  60. sandrarossa
    16 febbraio 2012 alle 13:37

    mara già dalla mail…mona…ti fai togliere le multe dal tuo amico di sicuro e sei incazzata perchè adesso dovrai pagarle. del resto un vigile urbano che imbraccia un mitra o un fucile mostra chiaramente, e lo si evince anche dalla faccia, la frustrazione e la totale ignoranza, pericoloso mettere delle divise a questi analfabeti si sentono tutti serpico. ecco qui ci vorrebbe una bella bombardata di botte con un bastone senza fermarsi.e a te fanciulla dico di tornare da maria de filippi e i suoi tronisti.è meglio. il fatto che nn ti firmi la dice lunga anche sulla tua irrefrenabile dissenteria. Ad maiora-sandra rossa piccinini-

  61. fabio argiolas
    16 febbraio 2012 alle 15:29

    Reblogged this on Su Seddoresu.

  62. MAX
    16 febbraio 2012 alle 16:28

    Giudice e carnefice !!! non capisco questa ostilità di fondo, questo pregiudizio di base, ma veramente siamo convinti che la verità è questa senza lasciare nessuno spiraglio al dubbio. Sappiamo bene che i giornalisti sono maestri nel costruire un personaggio e sappiamo bene che fino a quando le indagini non saranno concluse tutto è da considerarsi prematuro. Ma vi sembra NORMALE che un Agente spari alle spalle di un fuggitivo ??? Vi sembra normale che sbucano testimoni 24 ore dopo l0accaduto che dicono cose diverse ??? Forse la verità è che si è trattato di una folle fatalità. Vistosi minacciato da una pistola ha sparato, il destino ha voluto che in quel attimo il secondo fuggitivo si è sovrapposto al primo ricevendo il colpo. Gli altri Agenti sembra fossero coperti e quindi GIUSTAMENTE E ONESTAMENTE hanno dichiarato di non avere visto l’arma ma da qui a dare dell’assassino ad un ragazzo che ora si vede la vita rovinata per una tragica fatalità nel compimento del suo lavoro…..CE NE PASSA !!!

  63. 16 febbraio 2012 alle 16:46

    “ragazzo”.
    “fuggitivo”.
    queste le parole che usi.
    Il “ragazzo” che, volente o nolente, in questo tragico film è l’assassino, lo nomini mille volte, spesso chiamandolo agente.
    Non parli mai, se non una volta scegliendo la parola “fuggitivo” (e quasi è un sollievo sa, potevi sceglier clandestino come il genio qui sopra),
    di un ragazzo, che non “si vede la vita rovinata per una tragica fatalità”
    ma che è morto.
    un cadavere. obitorio. bara. funerale. ciao.
    un ragazzo, giovanissimo e papà di due figli. Ce l’hai di bimbi Max?
    Diciamo che tra te e un essere umano CE NE PASSA.

  64. massimo
    16 febbraio 2012 alle 19:13

    VOI NON CONOSCETE ALESSANDRO, ,LA FOTO CHE VEDETE CON UN FUCILE IN MANO 1 è FINTO ,E POI SI TRATTAVA DI UNA PARTITA DI SOFTAIR. E poi anche ale a un figlio .una cosa che volevo far notare e che i vigili stavano inseguendo dentro un parco due pregiudicati che non si sono fermati all’alt ,e se in quel parco ci fosse stato una mamma con suo figlio, o un’altra persona a voi cara che passeggiava,secondo voi dato che correvano con la macchina dentro il parco se avessero investito qualcuno si sarebbero fermati?…riflettete.

  65. giovanni da bergamo
    16 febbraio 2012 alle 21:00

    basta baruda,basta franco senia…basta discorsi da filosofi del bar…potete scrivere quel che volete ma il rispetto verso le persone in questione che a dir,siano vittime oppure no vi manca proprio…nessuno sa nulla,basta supposizioni e presunzioni…giovanni da bergamo

  66. Marco
    17 febbraio 2012 alle 09:56

    “discorsi a filosofi da bar”… san giuan fa minga ingan!
    fatti! risultato autopsia:
    “Il vigile ha colpito l’uomo alle spalle, sulla schiena. Il proiettile è entrato all’altezza della scapola ed è salito dal basso verso l’alto, trapassando il cuore e uscendo all’altezza del capezzolo sull’emitorace sinistro del cileno.”
    dunque Marcelo stava correndo in direzione opposta al “proiettile” visto che la traiettoria dimostra che era leggermente piegato in avanti
    “Confermati anche i segni delle manette che i vigili avevano stretto intorno ai polsi di Gomez Cortes dopo che, nonostante la ferita mortale, era riuscito a fare ancora qualche altro passo prima di crollare a terra”
    agenti che nemmeno si accorgono di ciò che fanno
    “Gli è stato contestato che per spaventare si spara in aria, lui ha risposto che temeva che il proiettile potesse finire chissà dove”
    sempre a dimostrazione del perfetto addestramento ricevuto…
    fonte:
    http://milano.repubblica.it/cronaca/2012/02/17/news/il_vigile_ha_sparato_alle_spalle_e_ha_colpito_al_cuore_il_cileno-30019392/

    Le difese a prescindere delle FdO dimostrano invece un giustizialismo degno dell’epoca della santa inquisizione!
    W savonarola, W l’evoluzione dell’ominide, che poi in effetti sul pianeta siamo in 7.000.000.000, dunque sfoltirne un po’ a casaccio rende più sicuro l’orticello (ecco un sano discorso filosofico da bar)!

  67. San-dro
    17 febbraio 2012 alle 11:02

    massimo :
    E se in quel parco ci fosse stato una mamma con suo figlio, o un’altra persona a voi cara che passeggiava,secondo voi dato che correvano con la macchina dentro il parco se avessero investito qualcuno si sarebbero fermati?…riflettete.

    Quindi in principio tu spareresti di botto a chiunque su una strada di paese andasse leggermente superiore al limite di velocita’, perche’, giustamente, non sappiamo se il guidatore sara’ in grado di fermarsi al prossimo incrocio, il quale non sappiamo se sara’ in quel momento attraversato da una madre con una carrozzina, che infine non sappiamo se sara’ in buone condizioni, tali da permettere l’attraversamento delle strisce nell’intervallo in cui il semaforo da’ il via ai pedoni?
    Ma poi che c’azzecca il “pregiudicato”? Ma sai che sei un pregiudicato se da ragazzino ti acchiappano a rubare una busta di patatine, o se non permetti che un poliziotto ti meni durante una manifestazione, e vieni portato dentro e condannato per resistenza a pubblico ufficiale?
    Ma voi veramente fate? Ma altro che Minority Report…

  68. 17 febbraio 2012 alle 14:11

    io manco rispondo più…

  69. Lore
    17 febbraio 2012 alle 14:14

    La Superdonna Mara ha un po’ scocciato: si preoccuperà mai del morto ammazzato?
    Assieme ad Amigoni cacciamo via il comandante (Mastrangelo) della polizia! Chissà se ha sentito Pisapia.

    Che ingrato quel morto ammazzato
    http://www.enttaeuschung.org/?p=6336
    Giuliano levacelo dai coglioni
    http://www.enttaeuschung.org/?p=6332
    Altro che legittima difesa
    http://www.enttaeuschung.org/?p=6295
    Polizia locale: qualche domanda a Pisapia
    http://www.enttaeuschung.org/?p=6279

  70. claudiomacolino
    18 febbraio 2012 alle 14:30

    difendere una persona del genere,e umiliante.colui che in quel momento,rappresenta lo stato si sente un dio specie quando un vigile urbano con poteri speciali,entra in competizione,con ,carabinieri,polizia,guardia di finanza.la sua foto esprime il suo carattere spara alle spalle una persona disarmata,e per completare il tutto quando il ragazzo e in fin di vita viene anche ammanettato.chi sbaglia deve pagare in maniera esemplare ,come ha pagato il povero cileno.

  71. Andrea Bianchi
    18 febbraio 2012 alle 15:36

    Amigoni lo conoscevo pure io ex guardia giurata e poi vigile l’ultima volta che l’ho incontrato usciva dal ex club francesco conti zona garibaldi e ovviamente con la pistola in vista… sicuramente era fissato per le armi ma pensare ad un killer o ad un assassino mi sembra eccessivo anche se la cazzata l’ha fatta e anche bella grossa sicuramente dovrà risponderne a chi di dovere il mio pensiero và alle due famiglie rovinate mi dispiace

    Andrea Bianchi

  72. 18 febbraio 2012 alle 18:50

    uscire da un locale con pistola in bella vista..mamma mia che personaggio che state descrivendo.

  73. Max
    19 febbraio 2012 alle 16:04

    questo articolo può essere preso come esempio dell’ignoranza che purtroppo aleggia nel nostro paese…io mi chiedo, come si può classificare una persona da una foto? come si può prendere un singolo caso e strumentalizzarlo contro un’intera categoria professionale? Per non parlare della ricostruzione dei fatti e dei profili personali, fatti in maniera grottesca e sempliciotta…usiamo più il cervello e guardiamo meno TV e in particolare CSI…chi sbaglia paga, ma c’è un’organo preciso indicato a sentenziare…se no torniamo al medioevo 😉

  74. Lore
    20 febbraio 2012 alle 09:41

    Se mi è concesso e se lo ritieni utile, Valentina, piazzo ancora due link visto che questo sito si sta occupando della questione in maniera decisa.

    Sicuramente ipocrita probabilmente psicopatico forse assassino certamente omicida
    http://www.enttaeuschung.org/?p=6370
    Giuliano levacelo dai coglioni (e voi ghisa sani smettetela….)
    http://www.enttaeuschung.org/?p=6363
    Tre richieste accorate a Giuliano Pisapia
    http://www.enttaeuschung.org/?p=6356
    Giuliano levacelo dai coglioni – 2
    http://www.enttaeuschung.org/?p=6350

  75. Lore
    20 febbraio 2012 alle 09:43

    Pure interessante, per comprendere in quale fottuto paese viviamo, il commento sagace della Santanchè…

    La banda della Uno bianca ringrazia Santaché
    “Gli uomini delle forze dell’ordine anche se sbagliano non sono mai assassini“. Così ha dichiarato Daniela Santanché, guadagnandosi la stima imperitura dei fratelli Savi e dei loro complici.
    http://mazzetta.wordpress.com/2012/02/16/la-banda-della-uno-bianca-ringrazia-santache/

  76. Lore
    20 febbraio 2012 alle 11:48

    @ Max:
    ah non ti piace il Medioevo: preferisci il Far West…!

  77. claudio macolino
    20 febbraio 2012 alle 12:44

    giustamente,non si puo classificare una persona da una foto,ma da quello che fa credo proprio di si.Ma dimenticavo, il buon samaritano ha percepito il pericolo e solo per questo ha sparato,ma si adesso ce la legittima difesa putativa.PERCHE COSA? per non mandare in galera chi ha ammazzato senza pieta’,una persona disarmata.Ma se era apposto con la coscenza per quale motivo ha detto tante cazzate? e per quale motivo ha chiamato un avvocato di quel calibro?

  78. claudio
    20 febbraio 2012 alle 21:58

    Il modo viscido in cui risponde, chi crede ,che non si ignorante,va compiatito e lasciato a se stesso ,buona fortuna .

  79. Sergio Cartabia
    22 maggio 2012 alle 03:20

    Un agente esaltato che non avrebbe MAI dovuto indossare la divisa e portare un arma. Anche alcuni suoi colleghi si comportano da ESALTATI quando in “branco” usano la loro posizione per violare diritti in vari modi (un esempio l’ autovelox nascosto).
    Certo non siamo a livello ASSASSINIO, ma la strada é quella….
    Spero non venga derubricato in reato minore…il processo si farà a MIlano… quindi….

  80. Sergio Cartabia
    22 maggio 2012 alle 03:22

    Per chi chiedeva come faccia a pagarsi un avvocato “costoso” rispondo: lo paga il Comune !
    Era in servizio no? Quindi sempre i soliti pagano alla fine .

  81. 5 giugno 2012 alle 17:23

    avevo già scritto su Fb che mettere armi e dare alcuni incarichi ai V.U. sarebbe stato un gravissimo errore!!!Perchè partono da un presupposto che non non appartiene a chi riveste incarichi comunali. Ovvero fare il Poliziotto o Forza d’Ordine in genere. Poi bastava vedere le sue foto con mitra e pistoletta per capire che l’idiota assassino era pericoloso. La Squadra Mobile ci ha messo un lampo a sgamare la dinamica. Io l’avevo presa a ridere, nel senso che avevo commentato che due dipendenti comunali avevano provocato migliaia di euro di danni inseguendo due ladri che avevano rubato due corni di rinoceronte e che forse, come a Parma, occorreva ripensare il ruolo, lo strano ruolo, di Comunali messi a fare i poliziotti…col pericolo per la comunità tutta. Tralascio i commenti idioti dei soliti cittadini che vogliono il fuoco vista…forse questi idioti non si rendono conto di ciò che blaterano, ma spero parte una riflessione sull’utilizzo di Dipendenti Comunali per scopi di Polizia Di Stato. L’avvocato lo pagano gli amici dell’idiota assassino…non certo il Comune!!! un saluto

    Stefano

  82. picodellamirandola
    20 luglio 2012 alle 23:55

    ogni volta che ammazzano un poveraccio, mi faccio un giro per i blog e vedo che siamo alle solite.
    Assassini, in galera, processateli, ecc.., e poi?! anche se li processano gli danno il “colposo” e questi nemmeno ci vanno in galera, in galera ci vanno i poveracci, gli indifesi, i poveri, gli emarginati… NON GLI SBIRRI.

    per questi c’è un solo rimedio, POCHE CHIACCHIERE E FATTI, FATTI CON LA STESSA LORO MEDICINA, insomma basta con tutta sta solita nenia di retorica, in italia la nostra italietta ci sono 5 categorie di troppo: GIUDICI, SBIRRI (poliziotti e carabinieri), AVVOCATI, POLITICI, GIORNALISTI.
    COMINCIAMO AD AMMAZZARNE QUALCUNO E POI STRADA FACENDO SI VEDE, caso mai spazziamo via anche i parenti e i simpatizzanti di sti porci.
    Una cosa è certa, se a me capita una situazione in cui mi accorgo che dei poliziotti e carabinieri mi minacciano, io gli faccio BUM BUM prima che loro facciano me, questo è sicuro,.
    SVEGLIAMOCI TUTTI, E’ ORA DI INSORGERE E SPACCARE IL C… A STI PEZZI DI MERDA.
    Sono picodellamirandola contattatemi amici patrioti e insorgiamo contro uno stao fantoccio che protegge questi maiali.

  83. picodellamirandola
    21 luglio 2012 alle 00:05

    Ha , mi sono dimenticato di mettere nel mio commento l’indirizzo email, così magari qualcuno non dica che mi nascondo dierto l’anonimato, mi riferisco agli amici di questo sbirretto assassino che spara alla schiena a persone disarmate (come poi fanno tutti gli sbirri), il fatto è che questi hanno anche fortuna perche trovano sempre dei poveri bravi ragazzi, indifesi e miti, vedi Aldrovandi, Uva, Sandri, Cucchi, e tutti gli altri, chissa se il poliziotto o il vigile di turno prima o dopo trova me… VOGLIO PROPRIO RIDERE.
    insorgente.politi6@gmail.com

  84. picodellamirandola
    21 luglio 2012 alle 00:26

    Ancora una cosa, poi la smetto, è che ho notato che questo verme è difeso da Pisapia, Bè! posso solo commentare laconicamente che non si può dire tale padre, tale figlio, perchè in questo caso il pisapia che fù si starà contorcendo nella tomba, invece il pisapia attuale, quello che fa anche il progressista, cattocomunista e poi difende il porco sbirro, lo contorcerei io, daltronde l’ho sempre detto che degli ex comunisti non c’è da fidarsi.. e se lo dico io che sono modenese…

  1. 15 febbraio 2012 alle 11:36
  2. 16 febbraio 2012 alle 09:43
  3. 21 marzo 2012 alle 09:18
  4. 21 marzo 2012 alle 22:01

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: