Home > BLOG, i "reportage" di Baruda, L'Italia e il movimento, NoTav > Rientro dalla Val Susa…

Rientro dalla Val Susa…


Che giornata!
Stasera provo a mettere un po’ di foto e racconti: intanto evitate di leggere stronzate, di parlare di violenza e blocco nero, di infiltrati e provocazioni!
Solo tanta sana resistenza, tutta completamente coordinata con i valligiani, solo tanta rabbia di una terra che non vuole subire più quello che sta subendo e vuole il suo territorio libero dalla tossicità e dalla militarizzazione.
A stasera però…

A sarà düra!
QUESTA LA CONFERENZA STAMPA DI OGGI!

Annunci
  1. ginodicostanzo
    4 luglio 2011 alle 21:40

    ero sicuro che fossi lì… 😉

  2. 4 luglio 2011 alle 22:52

    Mi fa piacere che tu ci sia andata! 😉
    Non ho mai creduto alla storia dei Black Blocks ma ero impressionata dal numero dei feriti da una parte e dall’altra e credevo che i manifestanti e i poliziotti si stessero ammazzando a vicenda e che la colpa di tutte le violenze fosse dei politici che strumentalizzano i cittadini e li aizzano gli uni contro gli altri per nascondere i propri interessi e far dimenticare le ragione per cui dire no alla Tav. Poi ho visto nel blog di Gino di Costanzo un video con l’intervista a un giovane ragazzo torturato dalla polizia e ho capito che non è solo colpa della politica: a quanto pare i poliziotti sono andati oltre l’obbedire agli ordini perchè costretti dal proprio lavoro e hanno usato violenza, come si evince anche da un altro video postato da Gino e anche da questo postato da te.
    E così dopo aver scritto il mio punto di vista, avendo acquisito ulteriori informazioni ho deciso di condividere il post di Gino.
    Ora, dato che non mi fido più di tutto quello che si dice, credo che bisogna chiedere la verità a chi c’era. Perciò voglio chiedere a te che c’eri: essendo i manifestanti disarmati e i poliziotti armati e in possesso di scudi, è vero il numero dei feriti fra le forze dell’ordine o sono cifre, come adesso mi viene il sospetto, montate dai giornali e dai politici che le difendono e volevano farci credere alla presenza di sovversivi violenti?
    Scusa se ti faccio questa domanda ma poichè credo a quello che ho visto tramite te e tramite Gino vorrei conoscere tutta la verità perchè dall’informazione se ne avrà solo una parte quando va bene.
    Intanto ti ringrazio per questa tua testimonianza che considero molto preziosa.

  3. ruggero
    5 luglio 2011 alle 15:34

    il numero elevato di feriti fra le forze dell’ordine annunciato enfaticamente in maniera monocorde da tutti i media di stato serve a preparare la strada ai massacri che seguiranno per giustificarli

  4. goran
    5 luglio 2011 alle 21:26

    ……..propio cosi cari compagni,stano preparando gustificazioni per masacri in arivo,ormai e una cosa che tt sistemi di est europa inconoscano bene,ma speriamo che muro di goma,posiamo scavalcare e pasato tempo dal 1968,ormai nel 2011 sembra che tempi sn maturi e coletiva consapevoleza altre tanto,sistemi e poteri segreti pronti a crolare per sempre……

  1. 7 luglio 2011 alle 09:53

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: