Home > BLOG, L'Italia e il movimento, NoTav, resistenza, RIVOLTE e RIVOLUZIONI > Primo assassinio in Val Susa!

Primo assassinio in Val Susa!


Un blog che è andato in vacanza solo quattro giorni … e di tutto è successo!
Di tutto, in quei territori dove il mio corpo e la mia mente non hanno mai smesso di esserci, ogni volta che ho potuto.
La notizia letta stamattina al volo, davanti a questo mare commovente che domani saluterò è la peggiore che potessi leggere!
Una donna uccisa, calpestata da un blindato dei Carabinieri diretto a Chiomonte: un assassinio di Stato, per cui nessuno pagherà, come sempre.
Vi incollo la notizia presa dal sito NOTAV

Ieri pomeriggio 29 giugno un mezzo blindato antisommossa dei Carabinieri diretto a Chiomonte  ha investito e ucciso una pensionata a Venaria. Ci sentiamo di sottolineare da queste pagine quanto accaduto. E’ un’operazione militare a tutti gli effetti per la quantità di  numeri e mazzi impiegata e nelle operazioni militari si sa ci stanno anche i morti. Dalle prime notizie l’autista dichiara di essersi fermato a fare rifornimento e poi essere ripartito per fermarsi dopo decine di metri al semaforo. Solo lì dice di essersi accorto di un corpo accasciato a terra dagli specchi retrovisori. Questi mezzi corazzati usati a Chiomonte sono mezzi da guerra dati in mano a dei criminali. Come a Genova ancora una volta l’arroganza e la guerra uccidono sotto gli pneumatici dei mezzi dei carabinieri. Fino a quando ancora? Questa morte è responsabilità della lobby si tav.

Il media mainstream dirà che questa è una forzatura strumentale dei notav.  Non è così! In questi giorni decine e decine di mezzi incolonnati fanno su e giù per la valle.  La realizzazione dell’opera prevede centinaia di tir – oltre ai mezzi delle forze dell’ordine – che fanno su e giù per decenni… Perché i giornali non scrivono che il mezzo che ha investito l’anziana signora era diretto al cntiere della MAddalena? Quando diciamo che il Tav è un’opera dannosa, nociva,necrogena intendiamo proprio questo: un costo sociale, umano e ambientale senza misura con i presunti “vantaggi”. Alla famiglia il nostro pensiero…

DOMENICA 3 LUGLIO, ORE 9:
TUTTE E TUTTI AL CORTEO PER DIFENDERE LA VAL DI SUSA!
CHIOMONTE SARA’ LA NOSTRA SYNTAGMA, CHIOMONTE SARA’ IL VOSTRO VIETNAM!

A SARA’ DURA!!

Annunci
  1. mey
    30 giugno 2011 alle 10:09

    senza parole

  2. Franco
    30 giugno 2011 alle 22:20

    Penso che si stia strumentalizzando veramente troppo però. se quella povera donna fosse stata travolta da una vettura qualsiasi non avrebbe fatto alcun scalpore, se fosse stata travolta da un mezzo dei carabinieri in un’altra città e in un altro momento nessuno ci avrebbe fatto caso, questa è la verità.
    Purtroppo è morta travolta da un blindato nel posto e nel momento più opportuno per strumentalizzare l’accaduto.
    E’ stato un tragico incidente, e bisognerebbe indagare anche sull’esatta dinamica, ma da qui a parlare di mezzi guidati da criminali………
    Difendere il diritto alla protesta è sacrosanto ma attenzione a non esagerare,

  3. 30 giugno 2011 alle 22:42

    Perchè l’Ansa non diffonde questa notizia?
    Condivido subito sul mio blog.

  4. 1 luglio 2011 alle 05:47

    Stiamo parlando di un territorio militarizzato, dove sfrecciano centinaIa di blindati al giorno… Dove la tensione è altissima e le violente inversioni ad U all’ordine del giorno! Non scherziamo… Primo perché io me ne sarei occupata cmq anche se succedeva a Canicattì, poi perché stiamo parlando di un territorio in lotta da anni, dove il livello di repressione tocca le stelle! Strumentale è non rendersi conto che quel mezzo così attrezzato sotto casa tua non sarebbe passato e tantomeno avrebbe fatto una manovra simile…

  5. giovanna Moro
    1 luglio 2011 alle 18:42

    non so se i Tg di governo ne abbiano parlato, evito accuratamente di vederli, sapete com’è una anziana di meno, una pensione di meno. Spero soltanto che non ci siano altre vittime di questa vera e propria guerra dello stato( che non vuole perdere i miliardi della comunità europea) contro i cittadini che vogliono difendere il loro territorio e la loro vita!!!

  1. 6 luglio 2011 alle 12:57
  2. 10 marzo 2012 alle 09:05

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: