Home > BLOG > #freeBaruda … A summer in San Camillo

#freeBaruda … A summer in San Camillo


20130815-081844.jpg

Devo capire in che posizione posso mettermi a scrivere, capire come gestire la voglia di continuare a “stare al mondo” (con l’Egitto in questa situazione poi!) da un letto d’ospedale, immobile per le prossime, troppe, settimane.
Insomma troppe cose devo capire ancora: sono alla mia prima esperienza “detentiva” su una branda, con casanza (non c’è altro modo di definirla), colloqui e pacchi.
Non posso far le righe (quel camminar su e giù tipico dei reclusi) che già sarebbe qualcosa,
Non posso nemmeno sperare che tirando una sgabellata a qualcuno mi mandino alle “celle”, in isolamento, per stare almeno un po’ in silenzio e solitudine,
Non posso far nulla se non macinar pagine di tonnellate di libri e un po’ di rabbia:
Ma si resiste e in qualche modo, a breve, capirò anche come tornare a far qualcosa su questo blog.

Voi pensatemeeeeeee

#freeBaruda

20130815-082615.jpg

Advertisements
  1. 15 agosto 2013 alle 08:04

    Per quanto tempo dovrò resistere senza i tuoi articoli? Buone Cose Compagna e Buona Vita!

  2. 15 agosto 2013 alle 08:07

    Starò qui per 5 settimane ma il blog tra un po’ riprenderà vita, me devo solo organizzare

  3. gianni
    15 agosto 2013 alle 08:56

    ti pensiamo sicuramente…
    ciao

  4. giovanni moretti
    15 agosto 2013 alle 09:24

    Ciao! Torna a scrivere presto, perchè i tuoi articoli sono come rare pepite d’oro trovate nel fiume della disinformazione.

  5. Brune
    15 agosto 2013 alle 09:59

    Coraggio ! e sappiamo che ne hai. Ti aspettiamo.

  6. Maria Luisa
    15 agosto 2013 alle 18:36

    Auguri, che queste settimane passino presto

  7. stefano marras
    15 agosto 2013 alle 18:48

    Cara Valentina, non so cosa ti sia successo ma ti auguro una prontissima guarigione.

  8. 15 agosto 2013 alle 19:31

    sembrerebbe che non si magna neanche male!!! Buona degenza da un tuo assiduo lettore,rimettitti presto.

  9. 16 agosto 2013 alle 07:34

    lo scorso anno sono entrato in ospedale a Maggio, a metà giugno pensavo alle settimane che mi rimanevano da vivere, a luglio mi hanno tirato via metà fegato a padova ed ora sono ancora qui che osservo, parlo, scrivo e tra un po’ tornerò a viaggiare (spero). Chiapas ed aria frizzante, caracol e scuole zapatiste. Quei giorni di “prigione” però mi sono serviti eccome, è tutto molto più leggero ora.Si impara a convivere anche con un cancro, nel mio caso.
    Auguri ed in bocca al lupo compagna.

  10. Alberto
    16 agosto 2013 alle 10:02

    Cara Valentina, auguri di buona guarigione ed a presto ! Leggo ogni giorno il tuo Blog dalla Svizzera . Saluti rossi ! Alberto

  11. Enrico
    19 agosto 2013 alle 08:28

    Ciao Vale

    Spero sia Routine? quindi diciamo una “detenzione” a fin di bene

  12. Fiamma Schiavi
    19 agosto 2013 alle 10:41

    Cara Vale, un abbraccio seppur virtuale.Pensa a star bene.Ti penserò certo.Sono certa che non starai mica tanto senza scriver.Grazie di nuovo per il tuo blog,grazie di cuore.
    Un saluto a pugno chiuso,sempre!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: