Home > ANNI '70 / MEMORIA, L'Italia e il movimento, Personale > A Prospero Gallinari, volato via troppo presto

A Prospero Gallinari, volato via troppo presto


Te ne sei andato via veramente troppo presto.

Foto di Stefano Montesi

E il dolore non si placa, non trova ristoro, né per i tuoi 62 anni, né per la tua storia.

Sei morto questa mattina, da detenuto che andava a lavorare.
Eh sì, sei morto da detenuto, da carcerato, quel che era dal settembre 1979: detenuto in un paese che tiene ancora gli anni ’70 in cella, compresi i corpi su cui ha mosso tortura, ha impiantato elettrodi, ha seviziato le carni.
Morto detenuto, perché la condizionale ti era stata rifiutata.

Non riesco a salutarti ancora, non trovo le parole adatte, non riesco a cercarne di non mie…
spero solo, e qui mi appello a chiunque cadrà su queste timide e addolare righe,
che al tuo funerale ci saranno migliaia di pugni chiusi a salutarti.
Migliaia sì,
perché le pagine dei giornali non si riescono a leggere, perché la sola lezione che possiamo dare a questo Stato, come ai nostri figli,
é darti un saluto imponente, è esserci TUTTI.

La terra per te sarà più lieve di una piuma.

AGGIORNERO’ questa pagina appena avrò luogo e orario del suo funerale.

A PUGNO CHIUSO PROSPERO,
SANGUE NOSTRO

“PRIVANDOMI DEL MARE, DELLO SPAZIO PER LA CORSA E IL VOLO,
DANDO ALLA MIA ORMA IL SUPPORTO DI UNA TERRA FORZATA,
COSA AVETE OTTENUTO?
CALCOLO BRILLANTE:
NON SIETE RIUSCITI A ESTIRPARE LE LABBRA CHE SI MUOVONO”
Osip Mandel’štam.

Andate su questa pagina invece,
è il saluto a Prospero scritto da Salvo, Salvatore Ricciardi, suo compagno di organizzazione e di carcere…

Per ricordare chi era, la sua ironia e come si muovevano le Brigate Rosse anche negli ospedali romani, andate a leggervi questa bellissima pagina: QUI

Advertisements
  1. Enrico
    14 gennaio 2013 alle 12:06

    Ciao Prospero Ti sei liberato dall’odio e dalla vendetta
    eterna di uno Stato troppo piccolo e misero per te Enrico

  2. gianni
    14 gennaio 2013 alle 12:11

    Il mio sentire doloroso l’ho espresso sul blog di Salvatore
    e vi confesso che ho pianto e non sono abituato a piangere a vuoto!
    ogni altra parola non esprimerebbe in pieno tutto quello che sento
    come comunista – anarchico. “Chi ha esitato questa volta, non sarà
    con noi domani”, si diceva un tempo (1968) ed era verissimo! Ti
    abbraccio idealmente Prospero e spero che tu ti faccia cremare
    perché questa terra non merita di essere concimata dai nostri
    corpi! Gianni Landi

  3. 14 gennaio 2013 alle 12:41

    «bastimento vecchio e inusitato…; /… una nave della
    vecchia scuola, piuttosto piccola… /Stagionata e tinta dalle
    intemperie di tutti e quattro gli oceani »..« Roso di dentro e arso
    di fuori dagli artigli fissi e inesorabili di un’idea incurabile.»
    (Moby Dick) Questo era il compagno Prospero. “- Voga! – gridò Achab
    ai rematori, e le lance scattarono innanzi, all’attacco; ma
    esasperato dai ramponi del giorno prima che gli rodevano dentro,
    Moby Dick parve posseduto, in una volta, da tutti gli angeli
    precipitati dal cielo [..].”(Moby Dick) Moby Dick , il simbolo del
    male che pervade il cosmo! Addio Prospero G, un compagno “di remi”
    dell’assalto al cielo degli anni 70-80. A.S.

  4. Salvatore Di Carlo
    14 gennaio 2013 alle 13:07

    se fossi vissuto in quegli anni probabilmente non avrei
    condiviso le pratiche brigatiste, ma non certo per questioni di
    moralità di stato….però la biografia politica ed umana di
    Prospero Gallinari, la sua coerenza e la sua “resistenza” meritano
    assoluto rispetto…e lo avrebbero meritato anche quando era in
    vita….consiglio inoltre la lettura del suo “Un contadino nella
    Metropoli”.Salvatore Di Carlo

  5. 14 gennaio 2013 alle 14:34

    La Resistenza ha perso un combattente, noi abbiamo perso un
    compagno, la nazione un suo cittadino da cui avrebbe avuto molto da
    imparare. Ora tutti ad accompagnarlo nel suo ultimo viaggio, in un
    mare di bandiere rosse e pugni alzati.

  6. Yara
    14 gennaio 2013 alle 14:56

    …che la terra ti sia lieve Prospero….

    solo un piccolo appunto per il gestore del sito, la bellissima poesia finale non è di Pavese, ma di Osip Mandel’štam.

  7. 14 gennaio 2013 alle 15:09

    non ti vedevo da tempo e non me lo perdonerò mai

    A pugno chiuso,

  8. 14 gennaio 2013 alle 15:33

    GRAZIE!

  9. Giovanna
    14 gennaio 2013 alle 17:10

    Per lui la fine è arrivata troppo presto per gli altri,
    nemici e oppressori sarà sempre troppo tardi

  10. Silvana
    14 gennaio 2013 alle 19:23

    Ci mancherai tanto tanto…… Prosperone !!!! Ciao Silvana
    e Domenico

  11. 14 gennaio 2013 alle 20:59

    Ciao Prospero, è stato bello conoscerti. luisella

  12. domez
    14 gennaio 2013 alle 21:36

    Prospero mi hai insegnato un sacco di cose soprattutto una
    combattere per l’emancipazione culturale sei un grande e lo sarai
    sempre ciao buon viaggio!!!

  13. 14 gennaio 2013 alle 21:50

    vorrei tanto accompagnarti nel tuo ultimo cammino,ma non
    posso,lo farò idealmente con gli occhi chiusi ed il pugno in alto.
    Buon viaggio samantha

  14. amsicora. nuoro
    14 gennaio 2013 alle 22:36

    un aquila dal Gennargetu ti guidera la strada, arrivederci compagno Prospero

  15. 14 gennaio 2013 alle 23:02

    Storia e Vita.. che si perde inesorabilmente, sotto i colpi di questa società che ci vuole servi. Se ne è andato, ma ci ha lasciato un’eredità di memoria che spero non muoia. Perché non venga mai perso lo spirito combattente. Ciao Prospero.

  16. uomonero
    15 gennaio 2013 alle 01:16

    sangue nostro che mi brucia dentro.
    ciao buonviaggio

  17. PASQUALE ABATANGELO
    15 gennaio 2013 alle 08:58

    Onore al compagno comunista, all’amico e al fratello Prospero Gallinari, che rappresenta una delle pagine più gloriose e coerenti della storia del movimento comunista del nostro paese.

  18. bignamini gianfranco
    15 gennaio 2013 alle 10:06

    ciao prospero ci hai lasciati oggi muore una parte di un sogno che io come tanti compagni comunisti hanno creduto e credono, noi non molleremo mai perch[ i sogni se sono veri si vivono ad occhi aperti, ciao compagno partigiano io non ci sar; ad accompagnarti nel tuo viaggio, ma stai sicuro che le tue idee non moriranno e noi tutti lotteremo per cambiare questo mondo, per terminareil il tuo e nostro sogno.
    hasta siempre comandante
    gianfranco

  19. Tino
    15 gennaio 2013 alle 10:29

    Addio compagno Contadino. Non ti sei mai pentito, hai tenuto fede all ideale sino all ultimo minuto, un ultimo minuto nel garage. Gli anni settanta: una corda al collo della società ben(mal)pensante , della classe politicodirigente al servizio delle multinazionali. Ti voglio bene , addio …….X sempre

  20. 15 gennaio 2013 alle 12:00

    Su Radio Gazzarra (gazzarra.org) abbiamo proposto questa mattina la trasmissione del pomeriggio di Lunedì 14 Gennaio su Radiio Onda d’Urto con l’intervista all’amico ed ex-compagno di militanza di Prospero Gallinari, Tonino Paroli, e con un estratto dall’intervista a Gallinari realizzata nel 2006 dal csoa Askatasuna. Chi volesse ascoltarla la trova sul sito di radiondadurto, e in replica questa sera (per l’orario seguire facebook.com/arciliguria).

  21. gianni
    15 gennaio 2013 alle 13:00

    Ma come si fa ad incensare uno stronzo assassino morto troppo tardi, solamente dei figli di troia culattoni lesbiche come i comunisti riescono a tanto…………..ricordatevi teste di cazzo di radicalchic snob froci comunisti che crepate anche voi…………..P.S. speriamo……….. quanto prima.

  22. 15 gennaio 2013 alle 13:02

    A te te pubblico guarda!
    Così che in tanti possano leggerti ed augurarti un tumore lentissimo ai tuoi testicoli signor giancarloconti@libero.it

  23. Ezio La Penna
    15 gennaio 2013 alle 16:23

    Arrivederci Prospero, ti saluto a pugno chiuso e con la rabbia nel cuore.
    Ezio

  24. umberto
    15 gennaio 2013 alle 16:29

    ciao uomo coerente
    a pugno chiuso

  25. ernesto
    15 gennaio 2013 alle 17:39

    a tutta la famiglia va il mio pensiero e un forte abbraccio alla zia franca, Arrivederci Prospero non sarai mai dimenticato. HASTA SIEMPRE

  26. Giovanna
    15 gennaio 2013 alle 17:41

    Dovevate censurare questo commento, non è posto per fascisti di merda
    gianni :
    Ma come si fa ad incensare uno stronzo assassino morto troppo tardi, solamente dei figli di troia culattoni lesbiche come i comunisti riescono a tanto…………..ricordatevi teste di cazzo di radicalchic snob froci comunisti che crepate anche voi…………..P.S. speriamo……….. quanto prima.

  27. gianni t.
    15 gennaio 2013 alle 18:03

    si,speriamo di essere in tanti…
    ciao Prospero

  28. 15 gennaio 2013 alle 20:30

    Sui libri di scuola ci hanno voluto far conoscere solo la verità che per questo Stato va bene.. forse, fino a poco tempo fa, io e molti altri della mia generazione vedevamo le BR e altri gruppi come degli assassini sanguinari.. ora, ho un po’ cambiato idea.. ho visto un film “Se sarà luce, sarà bellissimo”.. ho scoperto un’altra storia sul caso Moro.. che non è stato ammazzato dai Brigatisti, ma da quello sporco stato fascio- democristiano.
    Ho capito che le cose non stanno mai come ce le illustrano: non esistono black bloc; non è vero che siamo in un Paese libero e democratico; non è vero che Carlo Giuliani era un violento e alla Diaz c’erano dei pericolosi terroristi. Ho capito tutto questo, perchè il nostro (anzi, il loro) Stato toglie quotidianamente la dignità e i diritti ai propri cittadini. Forse, se fossi vissuta in quegli anni così cupi, non avrei agito in quel modo.. ma di certo non avrei condannato chi portava avanti una lotta armata.

  29. alexander
    16 gennaio 2013 alle 13:27

    …ciao PROSPERO… eravamo seduti ad un tavolo a mangiare tra amici quando finalmente ebbi l’onore di conoscerti, una dimenticanza della “legge” fece in modo che tu potessi muoverti per una trentina di giorni dal comune di reggio emilia… e ci incontrammo sull’appennino reggiano proprio quel luogo da cui nasceva una voce tuonante che “illuse” chi ci credeva e che tradì chi fu vile si vile e servo di uno stato dittatore senza se e senza ma… grazie prospero… grazie di cuore per la tua amicizia e per il valore aggiunto che hai regalato al mio essere “rivoluzionario” termine che utilizzo con cautela di fronte a te e agli altri compagni che ho avuto modo di conoscere e che mi hanno regalato la loro amicizia… il tuo nome continuerà a bruciare e dare luce esattamente come un prospero…che nella mia città, (roma) tappa importante nella tua storia di rivoluzionario ma sopratutto di uomo coerente, significa fiammifero… ciao prospero scusami se non ho trovato parole adeguate alla tua grandezza di uomo, amico e compagno… alex

  30. gianni
    17 gennaio 2013 alle 02:41

    A giovanna “la democratica” Se uno non la pensa come voi e’ ” fascista”….. proprio un bel ragionamento coerente SIC! Violenti antidemocratici siete e resterete, solamente la morte puo’ rendere giustizia alla vostra inutile esistenza che nostro malgrado dobbiamo subire………se non l’hai ancora capito……..ricordati arrogantella che dovrai morire anche tu………e qualcuno ti piangera’ ?

  31. 17 gennaio 2013 alle 16:43

    Siamo migliaia e migliaia a piangere Prospero come vedi, e come vedrai dai funerali..
    Pulmann da tutta Italia caro giancarloconti@libero.it … Come per il tuo immagino.

  32. Giovanna
    17 gennaio 2013 alle 16:58

    Non tollero lezioni di democrazia da chi ammazza insulta picchia e mette le bombe ( piazza Fontana, Brescia, Bologna ecc)

  33. Tino
    17 gennaio 2013 alle 17:46

    Ottimo o PESSIMO Gianni , Sei poco garbato , come del resto tutti i FASCI come te. Manda a tutto il popolo di codesto sito il biglietto di invito per i tuoi funerali. Ti raccomando altrimenti ci offendiamo !!!!!!!! Verremo tutti molto volentieri con una buona bottiglia di MALBECH X rievocare le di VOI ERO(t)ICHE gesta. A’ toutes les heures MONAmi !?!?!?!. Sti cazzi

  34. alexander
    18 gennaio 2013 alle 12:15

    ho pensato molto se rispondere o meno… ma non ho potuto fare altrimenti… oltre a colpire un compagno di noi tutti era un uomo amico anche di chi non lo conosceva personalmente…
    quindi rispondo al fascista di merda.
    la differenza tra te e il compagno PROSPERO è che lui non avrebbe aspettato che tu morissi per dirti ciò che pensava… tu invece da vile servo vigliacco senza coglioni che sei, esci dalle fogne per sbraitare merda fascio/razzista non solo dopo la Sua prematura scomparsa, bensì lo fai nascondendoti dietro un monitor senza tradire le tue radici marce di merda fascista che sei.

    …..che ti si sfacci la casa,
    la malattia ti impedisca,
    i tuoi nati torcano il viso da te…..

    con piccola mia modifica personalizzata per te

    alex

  35. Umberto
    18 gennaio 2013 alle 13:02

    noto che il mio commento non è stato ancora approvato. Ora, capisco che questo è il posto per ricordi affettuosi di chi lo ha conosciuto piuttosto che per i (tentativi) di analisi serie, ma allora perchè pubblicate gli insulti di quel fascista? Giusto per avere il gusto di sputargli addosso? Inguaribili romantici siete, ragazzi. Ma imparerete strada facendo quanto lavoro, impegno e serietà ci vuole per venire a capo di qualcosa. I sogni si costruiscono. Se volete (vogliamo) cambiare il mondo dobbiamo avere un cuore caldo ma una mente fredda.
    Ci sono dei cambiamenti enormi che la società umana dovrà riuscire a fare, pena il disastro. Permettetemi di dirvi che non si fanno sognando…… Con questo chiudo. Mi basta che queste righe le leggiate voi. Un abbraccio

  36. 18 gennaio 2013 alle 13:04

    Ci deve essere un errore,
    Non ho tuoi precedenti commenti, o me lo son perso.
    Comunque sì, è una pagina che non vorrei sporcare, è una pagina di saluti a una persona cara e la vorrei pulita da analisi, deliri

    C’è il mondo pieno di spazio per questo

  37. Mario
    19 gennaio 2013 alle 09:21

    baruda :
    A te te pubblico guarda!
    Così che in tanti possano leggerti ed augurarti un tumore lentissimo ai tuoi testicoli signor giancarloconti@libero.it

    Pubblicare la mail di questo signore, anche se scrive cose deliranti, non mi sembra un buon servizio. E’ una delusione.

  38. 19 gennaio 2013 alle 09:24

    Sai, al sedicesimo messaggio in cui piscia sulla mia tomba e di tutti gli altri ….

  39. Fiamma Schiavi
    24 gennaio 2013 alle 09:42

    Sono una culattona,lesbica,figlia di troia e comunista.Ed ero al funerale di Prospero.L’avevo incrociato anni fa alla presentazione di un libro. Ciao Prospero,grazie per la lezione di coerenza che ci hai lasciato.La tua lucida intelligenza mancherà in questo orizzonte di piattezza.Gentile signor Conti forse io morirò di cancro ma perché lei intanto non si fa sodomizzare da una mandria di tori inferociti?

  40. 14 gennaio 2014 alle 04:50

    Riparto da voi – dietro le Sbarre. Sbarre rifiutate ormai perfino dagli animali – che sono indiscutibilmente più Avanti di noi Umani # La morte di Prospero, non è il sasso in uno stagno: è una Stella caduta nell’oceano. Le sue Onde Altezzose soverchieranno la terra. E a poche persone la possibilità di salvezza. # Questi sdolcinati commenti sulla fine di Prospero, sembrano Il cordoglio a un figlio appena rimasto orfano del padre: Sii orgoglioso di tuo papà, è stato un grande uomo, sii fiero di lui, prega sulla sua tomba perché tu sei senza coglioni e non riesci a seguire il suo esempio.# Questo è nichilismo. E’ l’equivalente Spegnascintilla usato dal sindacato contro i Lavoratori # Fratelli Incarcerati dal Potere – lasciatevi rapire da quest’Onda!, assorbitene la Linfa, studiate gli Scarafaggi per trovare la via d’uscita! Fate dei vostri Denti Il: Seghetto delle Sbarre!# Saltate giù dalle brande, sporgete il vostro pugno oltre le grate! Urlate W Spartaco! che vi guiderà nella seconda Rivolta Degli Schiavi # Al primo urlo W SPARTACO, le fondamenta del carcere tremeranno, al quarto Urlo si sgretolerà tutto l’Edificio Schiavista del Potere…e voi – Schiavi di voi stessi perché senza Coscienza Libertaria – sarete Liberi! E andrete Liberi Missionari per il mondo come il Cristo – a divulgare la parola: LIBERTA’ – tra i popoli rincretiniti dalla Radiotelevisione!# W SPARTACO! W PROSPERO GALLINARI! – ringraziandolo per averci concesso la Libertà di assassinarlo!

  1. 14 gennaio 2013 alle 12:27
  2. 15 gennaio 2013 alle 16:55
  3. 15 gennaio 2013 alle 19:12
  4. 15 gennaio 2013 alle 19:26
  5. 15 gennaio 2013 alle 20:18
  6. 16 gennaio 2013 alle 18:06
  7. 16 gennaio 2013 alle 19:00
  8. 17 gennaio 2013 alle 14:43
  9. 18 gennaio 2013 alle 13:15
  10. 18 gennaio 2013 alle 19:40
  11. 19 gennaio 2013 alle 12:02
  12. 19 gennaio 2013 alle 12:22
  13. 23 gennaio 2013 alle 19:44
  14. 24 gennaio 2013 alle 19:13
  15. 25 gennaio 2013 alle 17:07
  16. 25 gennaio 2013 alle 17:12
  17. 25 gennaio 2013 alle 17:52
  18. 25 gennaio 2013 alle 17:55
  19. 26 gennaio 2013 alle 13:14
  20. 26 gennaio 2013 alle 19:28
  21. 30 gennaio 2013 alle 13:46
  22. 30 gennaio 2013 alle 17:07
  23. 30 gennaio 2013 alle 17:49
  24. 31 gennaio 2013 alle 20:07
  25. 4 febbraio 2013 alle 18:53
  26. 6 febbraio 2013 alle 15:21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: