Home > L'Italia e il movimento > ATAC Roma: NON TI PAGHIAMO!

ATAC Roma: NON TI PAGHIAMO!


L’aumento del biglietto Atac a 1.50, previsto per giugno, e la cancellazione degli abbonamenti mensili, comprese le riduzioni per alcune fasce, sono solo i primi passi verso una totale privazione del diritto alla mobilità.
Le giustificazioni fornite per l’aumento del ticket sono ingannevoli, dall’aumento del costo del carburante fino alla farsa della maggiore durata temporale del biglietto, da 75 a 100 minuti. In realtà l’aumento servirà ad appianare l’enorme debito di Atac, che nell’ultimo bilancio ammonta a quasi 400 milioni di euro; a finanziare gli stipendi d’oro dei manager, con 70 retribuzioni oltre i 100.000 euro e uno stipendo che arriva a 600.000 euro; tutto questo mentre i dipendenti “normali” dell’azienda rischiano il licenziamento con la scusa che l’azienda è in crisi, sono costretti a mettersi in malattia perché non gli concedono le ferie, e verrano penalizzati gravemente col nuovo piano aziendale e il progetto di privatizzazione dell’azienda, che porterà altri tagli sia al personale che alle linee.
Noi non ci stiamo. In una città dove il traffico e lo smog sono un problema gravissimo e i lavoratori sono costretti a ore di macchina per andare al lavoro, l’auemento del biglietto è una provocazione inaccettabile.
Non vogliamo pagare per un servizio scadente: le corse sono insufficienti, le corsie preferenziali sono poche e mal fatte, i notturni saranno sempre di meno, la metro non copre neanche il 20% del territorio cittadino, i mezzi sono vecchi e pericolosi, le periferie abbandonate a se stesse.
Non vogliamo pagare i debiti accumulati per la mala gestione e per i loro stipendi milionari!
Vogliamo il ritiro del piano aziendale e la fine dei licenziamenti, e ci opponiamo alla privatizzazione di questo essenziale servizio pubblico!

Vogliamo un trasporto pubblico accessibile a tutti, che funzioni sia digiorno che di notte, che preveda agevolazioni per le fasce non protette,
che assicuri i diritti dei lavoratori, che non renda lo spostamento in città uno stress o un privilegio per alcuni, ma un servizio garantito ed efficiente.

Ne parleremo mercoledì 9 maggio alle 17 a La Sapienza, vecchio edificio di Fisica, aula Majorana.

La mobilità è un diritto di tutti/e, riappropriatene e non lo delegare!
Assemblea per le autoriduzioni


Annunci
  1. Antonio Maria fausto
    8 maggio 2012 alle 00:44

    Solo al fine di fornire una corretta informazione faccio presente che gli abbonamenti mensili non sono stati aboliti. Da giugno si potra’ acquistare quello mensile ordinario al prezzo di Euro 35 anziche’ 30. Ad essere stati aboliti sono gli abbonamenti mensili ridotti a 18 Euro che erano riservati agli studenti e agli anziani. Esistono comunque una serie di riduzioni riservate ai redditi certificati ISEE al disotto dei 20.000 euro ecc…
    Non faccio parte dell’Atac. So questo perche’ mi sono informato presso una biglietteria metro dove distribuiscono ad esaurimento anche un opuscolo con elencate tutte le tipologie di biglietti, abbonamenti e riduzioni. Sul prezzo del biglietto credo ci sia poco da battersi. A Milano, amministrazione di sinistra e anche piu’, e’ da sei mesi che l’hanno aumentato.
    Penso che invece una battaglia giusta sia quella di far reintrodurre gli abbonamenti mensili ridotti per studenti e anziani.
    E’ vero che l’abbonamento annuale spalmato su 12 mesi viene a costare poco piu’ del precedente mensile ridotto. Pero’ perchè gli studenti devono pagare l’abbonamento per 12 mesi quando volendo risparmiare potrebbero farlo solo per nove?
    Stesso discorso per gli anziani che per lo piu’ quando e’ inverno vanno poco in giro.
    Ringrazio per l’attenzione.

  2. Manuel
    25 maggio 2012 alle 15:09

    Io ho 20 anni, ho reddito basso visto che prendo pochissimi euro al mese, e non ho accesso a nessuna agevolazione……è giusto questo????

  3. Annamaria
    19 dicembre 2012 alle 15:52

    Per favore organizzate una manifestazione sotto via Prenestina. Non se ne può veramente più! Io ci sono!

  4. Annamaria
    19 dicembre 2012 alle 15:53

    Volevo dire sotto la sede Atac di via Prenestina. I disservizi di quest’ultimo mese sono stati davvero troppi…ogni giorno ce ne hanno una!

  1. 21 maggio 2012 alle 20:14
  2. 1 giugno 2012 alle 08:42

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: