Archivio

Posts Tagged ‘Strasburgo’

La Corte Europea dei diritti dell’uomo vieta il Crocifisso nelle scuole

3 novembre 2009 Lascia un commento

cristopunkUna violazione alla “libertà di religione degli alunni” la presenza dei crocifissi nelle aule degli edifici scolastici.
Carta canta e questa volta canta da Strasburgo, dalla Corte europea dei diritti dell’uomo, alla quale si era rivolta una cittadina italiana di origini finlandese che non mandava giù l’idea di dover vedere i suoi far lezione sotto il corpo di Cristo crocifisso. Non solo le hanno dato ragione ma avrà anche diritto ad un risarcimento per i danni morali subiti.
Il crocifisso, sentenziano i giudici di Strasburgo, impossibile da non notare, può essere interpretato come segno religioso (può?) e quindi condizionare i bambini, incoraggiandoli o intimorendoli e disturbandoli se appartenenti ad altre religioni, minoranze o se sono atei. 

Insomma un precedente non da poco, soprattutto se andiamo a leggere le immediate risposte del Ministero della pubblica istruzioni e di altre figure del nostro illuminato governo: la Gelmini è infuriata e si sente attaccata perchè il crocifisso non porta con se una richiesta di adesione al cattolicesimo ma è un simbolo della nostra tradizione che nessuno si può permettere di cancellare. “Nessuno, nemmeno qualche corte europea ideologizzata, riuscirà a cancellare la nostra identità.”
A ruota, dopo di lei tutti simili personaggi indignati da una sentenza così lesiva delle nostre tradizioni cattoliche: nel frattempo è sorto un sorriso a tutti i genitori di questo paese, che avranno un appiglio in più contro i presidi domani mattina, quando andranno a staccare (per l’ennesima volta probabilmente) l’ennesimo crocifisso in aula dei propri figli.
Il Vaticano stranamente non fiata: si è fatto sfuggire un laconico no comment, per ora.

Corte di Strasburgo su Carlo Giuliani: senza la minima vergogna!

25 agosto 2009 15 commenti

NON RIESCO A SCRIVERE DUE PAROLE IN FILA CHE NON CONTENGANO PAROLACCE O BESTEMMIE.
QUINDI LEGGETE L’ANSA, DIFFONDETE L’ANSA, IMPARATEVELA A MEMORIA
NON SONO UNA PERSONA CHE PENSA CHE LA GIUSTIZIA LA FACCIANO I TRIBUNALI… MA STRASBURGO HA LA VELLEITA’ DI CHIAMARSI “CORTE EUROPEA PER I DIRITTI DELL’UOMO” E ALLORA O FA IL SUO LAVORO, O CHIUDE.
CORTE DEI DIRITTI DI UN NULLA DI NULLA, ANDATEVENE AFFANCULO
Il carabiniere che nel luglio del 2001 uccise Carlo Giuliani durante il G8 di Genova ha agito per legittima difesa.

Carlo Giuliani, sangue nostro

Carlo Giuliani, sangue nostro

Questo è quanto ha stabilito la Corte europea dei diritti dell’uomo in una sentenza resa pubblica oggi. I giudici di Strasburgo hanno quindi accettato la versione delle autorità italiane su come si sono svolti i fatti inerenti la morte del giovane. Secondo la sentenza, infatti, il militare che sparò a Giuliani non è ricorso a un uso eccessivo della forza, ma ha risposto a quello che ha percepito come un reale e imminente pericolo per la sua vita e quella dei suoi colleghi. La Corte ha dato invece ragione ai familiari di Carlo Giuliani riconoscendo come l’Italia avrebbe dovuto svolgere un’inchiesta per stabilire se il fatto potesse essere ascrivibile a una cattiva pianificazione e gestione delle operazioni di ordine pubblico. Per questo i giudici hanno stabilito che lo Stato dovrà risarcire 40.000 euro ai genitori di Carlo Giuliani.
 Infine i giudici di Strasburgo hanno ritenuto che, a differenza di quanto sostenuto dalla famiglia Giuliani, il governo italiano abbia cooperato sufficientemente con la Corte, consentendo di condurre un appropriato esame del caso. Nessuna violazione, dunque, dell’articolo 38 della convenzione che impone agli Stati contraenti di fornire tutte le informazioni richieste dai giudici di Strasburgo
carlo 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: