Home > i "reportage" di Baruda, letteratura/citazioni, MIDDLE-EAST, Personale, Siria > Siria: le bombe in casa “nostra”

Siria: le bombe in casa “nostra”


Nei cassetti della mia memoria tu hai il posto più bello,
nei cassetti della mia memoria tu sei calda,
nei cassetti della mia memoria c’è il profumo del tuo cibo e dei tuoi fiori.

Nei cassetti della mia memoria non c’era spazio per questo scempio,
nei cassetti della mia memoria non deve entrarci, ti prego,
questo dolore.
No, li chiuderò anche se il chiudere non mi piace,
li chiuderò a forza quei cassetti, così che le vostre bombe non possano entrare,
così che tutto resti fermo.
A me che le cose ferme non piacciono, a me che vorrei un mondo sempre in movimento,
a me che è il “moto rivoluzionario” a dover far batter il cuore di tutto…
A me ora sventra di dolore l’idea che nei cassetti della mia memoria
da oggi ci sono queste immagini,
che forse non usciranno come le altre.

Ti parlo, terra rossa dell’Hauran,
come fossi un corpo amato, un corpo che m’ha sedotto e fatto godere,
Ti parlo, decumano di Bosra,
come fossi la sola strada che l’uomo abbia percorso,
come se quella porta del Vento fosse la sola a conoscerlo veramente, quel Vento.
E allora, oltre a parlarti costantemente,
Sappi che ti amo, terra rossa di fuoco e basalto,
sappi che ti amo come si ama la carne,
Sappi che ti sento mia come figlia, madre, utero, pelle,
sappi che muoio ogni secondo dentro,
muoio muoio muoio di un dolore che non ha voce,
non la trova o ha paura di farlo.

Sappi, dolce terra rossa dell’Hauran,
che le tue donne son forti come il basalto che ti ricopre,
che i tuoi ragazzi hanno occhi profondi che non si piegheranno,
E che chi è partito tornerà…
sappi che torneremo,
torneremo tutti.

LE FOTO CHE VEDETE QUA SOTTO SONO DI QUESTA MATTINA, QUANDO 8 COLPI DA 80MM L’UNO SON VOLATI SULLA CASA A ME PIU’ CARA AL MONDO, DA UN CARROARMATO DELL’ESERCITO DI ASSAD.
UNA CASA DOVE DA MESI ABITANO SOLO DUE DONNE CHE STANNO AIUTANDO LA POPOLAZIONE COME POSSONO.
BOSRA E’ SOTTO ATTACCO, LO SONO TUTTE LE FAMIGLIE CHE STANNO CERCANDO DI FAR QUALCOSA PER LA SITUAZIONE UMANITARIA. (avevo pubblicato un appello loro)
Non uomini, non combattenti, non armi nelle case che stanno colpendo in quella zona…ma un pezzo di cuore mio che…vabbè va…parole è meglio che non ne cerco!

Bosra ash-sham, 13 agosto 2012….
Dal Mansaf alle bombe…

I missili dell’esercito siriano colpiscono la più amata delle case,
Bosra Ash-Sham, 13 agosto 2012

Bosra Ash-sham, 13 agosto 2012 ….

Annunci
  1. Marco Pacifici
    13 agosto 2012 alle 20:09

    E’ che è ‘Na vita de merda.

  2. icittadiniprimaditutto
    13 agosto 2012 alle 20:47

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. 13 agosto 2012 alle 22:36

    Reblogged this on Imbuteria's Blog.

  4. gianni
    15 agosto 2012 alle 07:55

    Mi associo ai sentimenti espressi prima delle foto, sentimenti che provo ogni volta che ci riferiscono di bonbardamenti a tappeto ed indiscriminati, ogni volta che vediamo foto di banbini, donne ed uomini soccombere al terrorismo diffuso nel mondo da coloro che controllano l’economia ed i loro sporchi interessi, che calpestano sentimenti, affetti ed umili richieste di una vita che meriti di essere vissuta. Possiamo essere orgogliosi di questi sentimenti che ci uniscono e per i quali siamo stati e siamo disposti a tutto.Gianni Landi

  5. 15 agosto 2012 alle 14:45

    Allora..sto ricevendo diversi commenti a questa pagina con toni decisamente fastidiosi, di quelli che fanno i padroni di casa sui blog altrui. Sono stata anche buona perché ne avevo approvati tanti..malgrado il tono. Per poi rendermi conto che erano tutti anonimi e che tutte le email fornite erano false. Ogni volta che ho tentato una conversazione privata son tornate indietro.

    E allora mi sono rotta il cazzo. Questo blog è casa mia e sinceramente faccio proprio come mi pare a chi chiacchiera e lo fa anonimamente … Questo blog è qui da cinque anni, con la mia faccia, il mio nome e cognome …
    Non rispondo, non parlo di politica, non perdo tempo e non approvo nessun anonimo rompicazzo.

    Sciò…
    Apritevelo un blog, starnazzate affanculo

  6. thiuda1979
    20 agosto 2012 alle 21:30

    Cara Valentina, grazie per tutto il lavoro che stai facendo. Ti segnalo anche un appello che abbiamo redatto con diversi accademici, attivisti, studenti, esperti che denuncia proprio la posizione della sinistra, di alcuni movimenti pacifisti e anti-imperialisti nei confronti della rivoluzione in Siria. http://appellosiria.wordpress.com/
    Come avrai modo di vedere, è firmato da molte persone le cui opinioni, per un motivo o per l’altro, pesano particolarmente. Insomma, non sei sola.
    Enrico De Angelis

  7. 27 agosto 2013 alle 10:44

    Nel maggio 2012 quelli dell’appello Siria qui sopra citato scrivevano, al punto 7:
    “Non siamo a favore di un intervento militare in Siria. La polemica intorno a questo punto, tuttavia, rappresenta un argomento inutile e strumentale, essendo evidente che nessuna potenza straniera occidentale sia intenzionata a intervenire militarmente a sostegno della rivoluzione.”
    …Ok, ma adesso che invece l’intervento imperialista si preannuncia possibile, che famo? Cosa ci raccontiamo? Ancora una volta ci facciamo cogliere divisi e impreparati.

  1. 22 ottobre 2012 alle 23:29
  2. 30 ottobre 2012 alle 10:04
  3. 26 novembre 2012 alle 10:56
  4. 16 gennaio 2013 alle 19:54
  5. 20 febbraio 2013 alle 16:42
  6. 5 marzo 2013 alle 10:31

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: