Archivio

Archive for 6 marzo 2012

Matteo Armellini: omicidio premeditato

6 marzo 2012 29 commenti

Io di Matteo Armellini vorrei solo ricordare il sorriso,
le corse nei corridoi, tra il cortile e le palestre di un liceo che ora sembra dieci vite fa.
E sei morto così, ammazzato da un lavoro che amavi e che non ti meritava.
Sei morto a 31 anni senza una ragione, senza una sola ragione : e non ci si può pensare.
Perché morire sul lavoro è inaccettabile, lo è sempre, figuriamoci per il divertimento degli altri.
Sei morto perché il meccanismo del divertimento ha tempi rapidi e controlli zero: perché i profitti di quelle serata vanno al cantante, pochissimo a voi, ancora meno alla sicurezza, a chi dovrebbe garantire condizioni accettabili.
Pare sia un cedimento strutturale del pavimento del palazzetto dello Sport quindi la tua è l’ennesima morte annunciata,
pianificata, non evitata.
Sei stato assassinato, non ci sono altre parole per definire la tua morte.
Un omicidio, oltretutto preannunciato, premeditato.

Ciao Matteo, non riesco neanche a sperare che la terra ti sia lieve,
perchè vorrei tanto che tu potessi ancora calpestarla e amarla.

LEGGI:
Una lettera aperta a Laura Pausini
The show must go off
ASCOLTA: una trx su RadioOndaRossa

20120306-113349.jpg

Ciao Matte’

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: