Archivio

Posts Tagged ‘animali in via di estinzione’

Giornata della Terra

22 aprile 2009 2 commenti

terra1

PER IL 39° ANNO SI CELEBRA LA GIORNATA DELLA TERRA…
SI CELEBRA LA MERAVIGLIA SENZA TEMPO, SI CELEBRANO I COLORI, L’INFINITO, GLI SPAZI IMMENSI E I PICCOLI PERTUGI DELLA ROCCIA, SI CELEBRA LA VIOLENZA DELL’ACQUA E L’AVANZARE DEL FUOCO,  GLI ANIMALI CON LE LORO CORSE E I LORO VOLI , GUERRE E  CUCCIOLATE. OGGI SI CELEBRA LA VERA E PROPRIA RESISTENZA, ANTICIPANDO DI QUALCHE GIORNO IL 25 APRILE, LA NOSTRE PICCOLA RESISTENZA ITALIANA. ORMAI COSÌ LONTANA E MAI STATA COSI’ VERAMENTE LIBERAZIONE.

LA PIU’ FORTE DELLE RESISTENZE SI CELEBRA OGGI, CON UN’ODE ALLA NATURA CHE CI RESISTE SENZA ANCORA MUOVERCI CONTRO UNA GUERRA GUERREGGIATA MALGRADO SIAMO I PEGGIORI TRA GLI OCCUPANTI, I PIU’ INFAMI TRA GLI OSPITI POSSIBILI.
OGGI SI CELEBRA L’UNICO VERO DIO IN CUI CREDERE, LA MAMMA PIU’ DOLCE E CALDA: LA PIU’ DIFFICILE DA PIEGARE TRA LE COMBATTENTI.
14qw01

Tigri attaccano l’uomo a causa della deforestazione

10 marzo 2009 Lascia un commento

Indonesia: dopo deforestazione, a Sumatra le tigri attaccano l’uomo
marzo 10, 2009 di Valentina Perniciaro   
Pubblicato in Internationalia

Sono già 10 le persone uccise in meno di un mese durante attacchi di tigri ed elefanti nell’isola di Sumatra, in Indonesia. 
Il direttore della sezione indonesiana di “Friends of the earth”, Berry Nahdian Forqan, ha difeso tigri ed elefanti, affermando che diventano ogni giorno più pericolosi per gli uomini perché sarebbero stati costretti a cambiare il loro atteggiamento a causa del pesante disboscamento che sta distruggendo i loro 182500habitat naturali, lasciandoli senza cibo.  
Gli ultimi morti registrati erano infatti persone che stavano tagliando alberi senza alcuna autorizzazione: la maggior parte delle vittime è stata sbranata, un altro è stato ritrovato schiacciato e calpestato da un branco di elefanti inferociti.

Per reazione a questi attacchi, sembra essere iniziata una vera e propria guerra alle porte della foresta di Sumatra: il rischio è che a partecipare alla caccia alla tigre ci siano anche bracconieri, attratti dalla possibilità di rivendere le preziosissime pelli degli animali colpiti.
Già tre esemplari sono stati uccisi nella prima battuta di caccia, malgrado la specie sia protetta perché in via di estinzione. 
Il Wwf sottolinea come il reale problema sia il disboscamento selvaggio e quasi sempre illegale, che ha distrutto già 12 milioni di ettari di foresta nella sola isola di Sumatra, dove ormai rimangono meno di 500 esemplari di tigre.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: