Home > Fotografia, L'Italia e il movimento, Lotta Armata, manifestazione > Oreste Scalzone risponde a Gasparri sul 7 aprile

Oreste Scalzone risponde a Gasparri sul 7 aprile


Da Parigi Oreste Scalzone replica alle dichiarazioni rilasciate oggi da Maurizio Gasparri che ha auspicato una retatata preventiva, come gli arresti del 7 aprile 1979 che portarono in carcere i vertci dell’Autonomia, contro i Centri sociali da lui considerati i capi occulti delle manifestazioni di quest’ultimo periodo contro il governo e degli scontri del 14 dicembre scorso a Roma

Foto di Valentina Perniciaro _Oreste perplesso_

«La governance, non solo in Italia, marcia allo sbando e non avendo niente da offrire sul terreno di una regolazione sociale che non sia dettata da un sotterraneo panico, semplicemente si fa feroce. Resta un’attitudine predatoria e di guerra alla cieca a quelli che per per brevità possiamo chiamare poveri e sottoposti». È il punto di vista di Oreste Scalzone, ex leader di Potere Operaio, che fu tra gli arrestati in quel 7 aprile evocato oggi dal capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri. «Invece delle sciocchezze che vanno dicendo i vari Cascini e Palamara, qui ci vuole un Sette aprile, giorno in cui furono arrestati tanti capi dell’estrema sinistra collusi con il terrorismo», ha detto il senatore Pdl in merito agli scontri dei giorni scorsi a Roma. «Gasparri non perde occasione per straparlare in modo talmente grottesco che rende difficile anche infuriarsi», è stata la replica di Scalzone, al telefono con l’Ansa.
«Di fronte all’orizzonte livido e stregato che passa il convento – ha continuato Scalzone – considerare impensabili delle esplosioni di rivolta di questo genere è da decerebrati. Quando poi si parte col voler strumentalizzare questa rabbia per giocarla nel teatrino della politica e poi si sconfessa chi esce dalle righe e lo si demonizza, si esercita una vera funzione di provocazione prima e di infamia dopo».
Scalzone – che fu condannato a 16 anni di reclusione per partecipazione a banda armata e rapina e ora, dopo una lunga latitanza, è un uomo libero perchè i reati di cui era accusato sono stati dichiarati prescritti – ha annunciato che proprio sugli scontri di Roma sta inserendo in queste ore una «videolettera» su Youtube in 12 moduli. Al centro delle sue osservazioni, anche Anna Finocchiaro, capogruppo del Pd al Senato: «La signora Finocchiaro – ha osservato, fra l’altro – aveva sfoderato la solita abbietta dietrologia straparlando di poliziotti infiltrati tra quei manifestanti». «Siamo al punto – ha poi sottolineato Scalzone – che è il capo della polizia Manganelli che deve farsi carico di parlare della rabbia sociale che muove soprattutto i giovanissimi, per lamentare che una ‘voragine di vuotò affida alla polizia ed esclusivamente ad essa la gestione del problema».

IL 7 APRILE su questo blog : 12

Annunci
  1. 21 dicembre 2010 alle 08:13

    Il sistema per sostenere il Potere è sempre lo stesso, allora come oggi. La Destra (allora MSI e DC oggi PDL) che per voce dei suoi sgherri più estremisti propone misure da dittatura sudamericana, l’opposizione parlamentare (allora del PCI oggi della galassia PD ecc.) che da un colpo al cerchio degli studenti “bravi” e un colpo alla botte dei “blackblock” e dei “provocatori” (gli unici veri provocatori sono questi reflui da proaganda stalinista),l’atteggiamento del governo in toto che fa scaturire poco a poco leggi sempre più restrittive. Alla fine tutti, voteranno una qualche legge per poter sbattere in galera chi vorranno, perchè QUELLA è la loro missione: soffocare l’opposizione (vera) a qualunque costo.
    Sulla piazza gli infiltrati sono solo quelli “del Sistema” che organizzano i servizi d’ordine (e danno “cascate” in giro), si mettono alla testa dei cortei e ci mettono il “cappello” o ci provano(proprio come tentò di fare qualcuno Alla Sapienza il 17 febbraio 1977),pubblicano libri incomprensibili (che nessuno legge se non per moda)subito reclamizzati da centinaia di media e pubblicati da case editrici di grido, fabbricano cartelli e scudi simbolici tanto colorati per far scena quanto inutili.
    Nel frattempo mi chiedo se sia poi così sbagliato prendersela con una banca che ha venduto i bonds argentini o le azioni parmalat o ha comprato l’azienda per la quale lavoravamo l’ha smontata e rivenduta in Cina e adesso siamo disoccupati.

  2. 7 aprile 2012 alle 13:31

    pedrop61 :
    Il sistema per sostenere il Potere è sempre lo stesso, allora come oggi. La Destra (allora MSI e DC oggi PDL) che per voce dei suoi sgherri più estremisti propone misure da dittatura sudamericana, l’opposizione parlamentare (allora del PCI oggi della galassia PD ecc.) che da un colpo al cerchio degli studenti “bravi” e un colpo alla botte dei “blackblock” e dei “provocatori” (gli unici veri provocatori sono questi reflui da proaganda stalinista),l’atteggiamento del governo in toto che fa scaturire poco a poco leggi sempre più restrittive. Alla fine tutti, voteranno una qualche legge per poter sbattere in galera chi vorranno, perchè QUELLA è la loro missione: soffocare l’opposizione (vera) a qualunque costo.
    Sulla piazza gli infiltrati sono solo quelli “del Sistema” che organizzano i servizi d’ordine (e danno “cascate” in giro), si mettono alla testa dei cortei e ci mettono il “cappello” o ci provano(proprio come tentò di fare qualcuno Alla Sapienza il 17 febbraio 1977),pubblicano libri incomprensibili (che nessuno legge se non per moda)subito reclamizzati da centinaia di media e pubblicati da case editrici di grido, fabbricano cartelli e scudi simbolici tanto colorati per far scena quanto inutili.
    Nel frattempo mi chiedo se sia poi così sbagliato prendersela con una banca che ha venduto i bonds argentini o le azioni parmalat o ha comprato l’azienda per la quale lavoravamo l’ha smontata e rivenduta in Cina e adesso siamo disoccupati.

  1. 7 aprile 2013 alle 09:57

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: