Home > BLOG, L'Italia e il movimento, Sul corpo delle donne > Roma: azione in solidarietà con le Pussy Riot

Roma: azione in solidarietà con le Pussy Riot


Giro con infinito piacere questo comunicato, da poco in rete.
Un’azione anche a Roma in solidarietà alle componenti del banda punk femminista Pussy Riot, detenute in Russia con l’accusa di cospirazione contro lo Stato (poi dici che uno non odia il sabato lavorativo 😉 ), di cui già avevamo parlato in questo blog 

Oggi, alle 11.30 di questa mattina , delle attiviste manifestavano sotto l’ambasciata russa per richiedere l’immediato rilascio delle 3 donne arrestate dal governo Russo, Maria, Nadezhda e Irina accusate di cospirazione contro lo stato e di far parte della band punk femminista Russa Pussy Riot.
La band, i cui testi sono vere e proprie denunce sulla corruzione del governo Putin e della strettta relazione tra stato e chiesa ortodossa,  si è esibita più volte nella città di Mosca in solidarietà ai detenuti/e russe, ai popoli arabi in rivolta, e ai movimenti lgbt,

In tutto il mondo si stanno dando azioni di solidarietà con le tre donne, che all’oggi sono ancora in prigione e rischiano 7 anni di carcere.

A Roma mente le attiviste inscenavano un concerto punk in stile pussy riot, maschere e vestiti colorati,  sono intervenute le forze dell’ordine. Un’attivista è stata identificata e lo striscione con la scritta “free pussy riot – libere tutte” è stato sequestrato.
Denunciamo il clima di repressione che si vive in tutto il mondo nei confronti di chi oggi rivendica libertà e autodeterminazione, e lanciamo un grido di libertà femminista con cui chiese e governi dovranno fare i conti.
Se il potere è maschile noi saremo Pussyriot.

Solidarietà a Maria, Nadezhda e Irina.

PussyInternationalmovement

Annunci
  1. icittadiniprimaditutto
    22 aprile 2012 alle 18:26

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Si vis pacem para bellum
    23 aprile 2012 alle 15:44

    Queste gentili signore sono un giorno a Mosca per profanare una cattedrale ortodossa ed un giorno a Roma per rompere le scatole a bastiuska Putin … chi paga i viaggi…non ditemi che li guadagnano con il sudore delle cosce altrimenti sareste anti femministi.
    Sono agenti sotto l’ombrello occidentale ovvero NED USAID che poi vuol dire CIA MI6 MOSSAD, non so se siate un poco scemi o venduti, voglio pensare che siate un poco scemi e con il tempo e la pazienza riusciate a capire quali sono i veri giochi invece di reagire come scimmie stile Bandarlog, perchè nel secondo caso non sareste da rieducazione ma da Siberia o plotone di esecuzione.
    Fatte non foste per viver come bruti(e) ma per seguir vertute e conoscenza!

  3. 23 aprile 2012 alle 16:43

    Stai bene stai !! Un genio proprio!!

  1. 30 luglio 2012 alle 16:41
  2. 9 agosto 2012 alle 14:08
  3. 25 novembre 2013 alle 21:22

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: