Home > Palestina > Dum Dum, Dime, Fosforo Bianco: dizionario minimo delle armi israeliane

Dum Dum, Dime, Fosforo Bianco: dizionario minimo delle armi israeliane


“Fratello, io credo nel mio popolo errante, carico di catene.
Ho preso le armi perchè un giorno I nostri figli prendano la falce.
Il sangue delle mie ferite irriga le nostre valli;
Esso ha dei diritti su di te, è il debito che non può più aspettare” – Jalal al-din –

Da pochi minuti Al-Jazeera ha rinominato il Willy Pete, nient’altro che il nome di battaglia usato dagli americani per descrivere il Fosforo Bianco. Ne abbiamo parlato tanto durante l’operazione Piombo Fuso che si è abbattuta su Gaza, prima di questa.
Abbiamo parlato molto degli armamenti usati in quella guerra,
e siamo costretti a farlo nuovamente visto che nulla si è mosso.

Fosforo Bianco su Gaza, 2009

Nulla si è mosso nemmeno a livello internazionale per mettere al bando le micidiali Bombe DIME,
che Israele usa a più non posso.
E allora non riesco a scrivervi nuovamente quali sono gli effetti di queste bombe che scoppiano a qualche centimetro dal suolo e che ti segano in due, spesso lasciandoti vivo, con schegge di materiale altamente cancerogeno che mai potranno esser tolte dalla tua carne.
Difficile descrivere a parole mie tutto ciò, quindi vi chiedo di approfondire,
di aprire le pagine che vi linko qui sotto e leggere.
leggere cosa producono certi armamenti, leggere CHI produce certi armamenti, chi non vieta certi armamenti,
chi si addestra con loro, con questi armamenti.
insomma, la guerra a Gaza la possiamo fermare solamente combattendo le loro menzogne,
facendo circolare la verità su quel che accade,
su cosa è la macchina bellica ISRAELE,
cosa è il sionismo,
quali sono i veri obiettivi di questi maledetti assassini.

Carbone e Fosforo per i bimbi di Gaza
I nuovi armamenti su Gaza
Il fosforo Bianco
Le bombe DIME
Il rapporto GoldStone
Esercitazioni militari Italia-Israele
Vittorio, sulle munizioni DUM DUM
Il figlio di Sharon vuole Hiroshima
Incinta? Bene! Un colpo, due morti

Annunci
  1. cibidi
    20 novembre 2012 alle 22:18

    Nessun esercito è cortese. Mi dichiaro contro tutte le guerre e tutti gli eserciti e tutti gli stati, anche quello palestinese.

  2. vale
    20 novembre 2012 alle 22:34

    per cibidi: peccato che la palestina non abbia ancora il “privilegio” di essere uno stato.. é un popolo oppresso che cerca di resistere per quel che mi riguarda. grazie invece a baruda per tutto il lavoro importante di info.

  3. icittadiniprimaditutto
    20 novembre 2012 alle 22:37

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto and commented:
    Add your thoughts here… (optional)

  4. 21 novembre 2012 alle 07:59

    Caro cibidi, guarda che siamo nel terzo millennio e dici ancora queste stronzate? Ma le hai viste le popolazioni dell’India come sono ridotte a forza di bischerate sulla reincarnazione, sul pacifismo e la non violenza ? Con le tue convinzioni i palestinesi resteranno sudditi in casa propria a vita. Bravo!
    Stammi bene.
    Carlo

  5. gianni
    25 novembre 2012 alle 17:59

    La posizione di cibidi mi puzza di “anarchicheggiante e di un certo tipo; siccome io mi ritengo anarchico, voglio prendere le distanze da certe posizioni massimaliste ed inutili perchè la lotta di liberazione palestinese non è portata avanti da un esercito statale, ma è una lotta di liberazione popolare dalla invasione del territorio che appartiene ai palestinesi da quaranta generazioni. Gli israeliani rappresentano la punta di diamante di un coacervo di ladri internazionali che dal 1948 hanno l’obbiettivo di buttare a mare ed affondare il popolo palestinese che fino al 1948 si era sempre dimostrato ospitale verso qualsiasi occidentale che non avesse intenzioni egemoniche sulla LORO TERRA. Un passo alla volta…un passo alla volta vogliono cancellare dalla faccia della loro terra i palestinesi come è già stato fatto nei confronti degli indiani d’America e dei Curdi. “PACE PACE AI TUGURI DEI POVERI, GUERRA ..GUERRA AI PADRONI ED ALLE CHIESE” Eh cibidi? la conosci questa canzone anarchica? Gianni Landi

  1. 20 novembre 2012 alle 22:27
  2. 21 novembre 2012 alle 11:42
  3. 23 novembre 2012 alle 16:34

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: