Home > ATTUALITA', BLOG, Libia: nuova guerra mediterranea > Oslo: il terrorismo non è più islamico. E mo come se fa?

Oslo: il terrorismo non è più islamico. E mo come se fa?


Come la mettiamo?
Sono 10 anni che facciamo la “war on terror”, dieci anni che ci dicono che bisogna eliminare il terrorismo di matrice islamica,
che per colpa del terrorismo, di Bin Laden, dei barbudos musuRmi, dei lettori di Corano, delle donne velate, degli uomini in vestito bianco e così via, siamo costretti a vivere nel terrore.

Il Giornale e la sua prima pagina di oggi! Hanno ragione, "sono sempre loro".... 😀

Costretti a non sentirci sicuri a casa nostra, nei nostri paesi ordinati e puliti, magari anche un po’ ariani.
Da dieci anni ci bombardano (ma soprattutto, bombardano) ed hanno vinto su molti fronti: il livello culturale di questo occidente mortaccino e puzzolente di sfruttamento e capitalismo s’è lasciato incartare velocemente, ha creduto al volo a teorie e complotti, ad aereoplanini e scuole del terrore con bimbi scalzi e alfabeti indecifrabili: ci hanno detto che sarebbero venuti a colpirci a casa, nelle nostre metropolitane, nei cinema…che tutti noi, uno ad uno, rischiavamo la nostra vita.
Che nessuno di noi era al sicuro, che non avremmo mai saputo se lasciando il nostro bimbo all’asilo l’avremmo ritrovato o sarebbe stato rapito per essere indottrinato e poi fatto esplodere in qualche strada afgana.
C’hanno detto che dovevamo fidarci dei nostri bravi soldatini, dei nostri prodi eroi che rischiano la vita in guerra per tutelarci dai musulmani cattivi, i nostri valorosi portatori di democrazia: i tanti Parolisi che poi rientrano a casa dalle proprie mogli, dopo la missione, per accoltellarle e seviziarle a morte nei boschi d’addestramento.
Ce ne hanno dette tante in questi anni, ed io purtroppo ho anche una gran memoria.
Non dovevamo parlare di sfruttamento, di capitale, di lavoro e migrazioni: ma di pericolo di matrice islamica, di terrore, di apocalisse.

Ed ora?
Ora che abbiamo 91 morti già accertati rimasti uccisi in un duplice attentato ad Oslo, la città dei premi Nobel, la città delle aringhe, dell’ordine e dei diritti…ora che ci sono cadaveri di giovanissimi ancora caldi al suolo, ammazzati dal piombo di un biondo, nazista, fondamentalista cattolico…
ora che ci venite a raccontare?
Mandiamo qualche contingente al Vaticano? Chi bombardiamo?
L’avete visto il volto dell’attentatore…quando i servizi norvegesi si sono affannati a cercare collegamenti tra la sua vita e l’Islam hanno tentato un suicidio collettivo. Era proprio un bravo ragazzo lui, uno pure biondo, pure cattolico, pure d’estrema destra.

Anders Behring Breivik

Ora poi, alla luce della più ridicola delle guerre di questi ultimi decenni: stiamo bombardando la Libia, partner preferito per accordi commerciali e politici fino all’altro ieri. Tribunali internazionali che s’affrettano a dichiarare Gheddafi ricercato n.1 per “crimini contro l’umanità” e nemmeno 40 giorni dopo  il ministro degli esteri francese Alain Juppè ci dice che nooooooooooooooo, in realtà può anche rimanere in Libia, “a patto che si discosti nettamente dalla vita politica del paese”…
insomma, anche il gas e il petrolio libico è stato incassato, al punto che il rais può pure rimanere dov’è, se sa comportarsi.
Chi bombardiamo allora?
Chi è il prossimo?
Ora di chi dobbiamo avere “terrore”?
M’avete stufato, non mi va nemmeno di starvi dietro.
Andateveneaffanculo! (nel nuovo linguaggio è: #fanculo)

Annunci
  1. 23 luglio 2011 alle 18:05

    Sono perfettamente d’accordo. E’ dall’11 settembre americano delle torri gemelle di proprietà ebrea fino a pochi giorni prima dell’abbattimento che viene data la caccia al terrorismo islamico, come in Italia dopo la Strage di Piazza Fontana si dava la caccia ai sovversivi…la tattica è vecchia ma funziona sempre. Gianni

  2. Durruti
    23 luglio 2011 alle 21:15

    E’ impossibile che sia stata un autobomba..hanno minato in piu’ parti gli edifici vedi 11sett., e il nazi non era solo nell’isola da testimoni che ora fanno tacere.Il mossad-cia ha colpito per avvertire i norvegesi che non si puo’ fare accordi per gestire il petrolio del mare del nord con i russi senza chiedere il permesso, non si puo’ riconoscere la palestina, ne’ ritirarsi dal bombardeo umanitario in libia..etc. Sempre loro, folli terroristi imperialisti.

  3. 23 luglio 2011 alle 23:21

    Uno così non si può chiamare cattolico ma solo assassino… Chi bombardiamo adesso? I capri espiatori ci sono sempre stati: una volta erano gli ebrei ora sono i musulmani. Domani saremo noi cristiani? Non lo so ma il male non è in un popolo rispetto a un altro ma nelle persone che vogliono compierlo.

  4. 24 luglio 2011 alle 12:59

    http://controappunto.splinder.com/post/25230917/il-terrorismo-e-di-stato-e-lotta-fra-stati

    il terrorismo è di Stato e di lotta fra Stati come sempre

    perchè il terrorismo islamico ce sta eccome! chiedetelo agli afghani agli stessi egiziani agli Iraniani e agli africani e ai pakistani e così via! mica posso dire che non ci sta!

    ce sta a volte in concorrenza a volte in combutta con questa o quella frazione capitalista occidentale
    vittoria
    compagna marxista
    non tifosa

  5. 24 luglio 2011 alle 13:52

    L’attentato è il frutto dell’ideologia nazi che si sta diffondendo in tutta Europa.
    Andres Behring Breivik è solo un fesso, oltre che un maledetto bastardo, come tutti i giovani nazi europei, che si autoproclamano necessari per ripulire il mondo. L’unico modo di ripulire il mondo è lobotomizzare tutti i cervelli come quelli di questo bastardo norvegese. Un inutile stupido esaltato, come tutti i nazi, ripeto.
    http://buenobuonogood.wordpress.com

    p.s.: quelli del Giornale sono degli imbecilli, non meritano d’essere chiamati giornalisti se pubblicano una prima pagina così.

  6. 24 luglio 2011 alle 21:17

    ogni tanto è tutto più semplice di come il complottismo ci vuole far credere.
    ma ormai siamo devoti solo a quello…

  7. cellulaindipendente
    25 luglio 2011 alle 11:43

    siamo vittime del terrore che l’Occidente ha diffuso, l’occidente è vittima di se stesso con questa strage

  8. Durruti
    25 luglio 2011 alle 12:05

    http://www.megachip.info/finestre/zero-11-settembre/6520-da-lee-oswald-a-lee-oslo-via-qgladioq.html ….pensa male e accerterai! Anche tu con sta storia del complottismo? Da Macchiavelli in poi ci si dedicano le migliori risorse “umane”..ciao baruda.

  9. 25 luglio 2011 alle 12:07

    è quel che dico anche io!
    😉

  10. Tango
    12 gennaio 2012 alle 15:06

    Ho conosciuto uomini corretti e onesti, e deficienti esaltati di tutte le razze, religioni, e ideologie politiche.
    L’intelligenza non ha colore, l’idiozia … si.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: