Home > Uncategorized > Prima di salpare per il cimitero degli ergastolani, una serata contro il fine pena mai!

Prima di salpare per il cimitero degli ergastolani, una serata contro il fine pena mai!


Venerdì approderemmo alla nostra Mecca, per raggiungere il giorno dopo il carcere borbonico sullo scoglio di Santo Stefano e il suo cimitero di ergastolani. Ancora un fiore, ancora un grande gruppo di persone che andranno simbolicamente a riportare dignità, colore e profumi in quel piccolo cimitero del Fine Pena Mai.

Prima di partire, domani, per chi vuole farsi due chiacchiere su ergastolo, 41bis, premialità e carcere e vedere i video realizzati nei precedenti viaggi, saremo tutti in  Casetta Rossa, a Garbatella a partire dalle 18

Adotta il logo contro l’ergastolo.

Giovedì 20 giugno alle 18.00:
ABOLIAMO L’ERGASTOLO – Riflessioni, proiezioni e azioni per liberare la società dalla schiavitù dell’ergastolo-
Liberi dall’ergastolo è una presa di posizione da fare in tutta coscienza, come un sospiro di sollievo, che accomuna chi non vuol vivere in una società che immagina se stessa attraverso istituzioni di paura.
L’ergastolo viene comminato nei tribunali in nome del “popolo” ma ciò non esclude che porzioni di popolo possano dire: “non in mio nome”.”

Riflessioni su ergastolo, 41 bis e carcere con:
Nicola Valentino (sensibili alle foglie) , avvocato Caterina Calia, Valentina Perniciaro (baruda.net) e Paolo Persichetti (insorgenze.wordpress.com)

Proiezioni:
– ERGASTOLO s.m. [sec.XV] Pena detentiva a vita di Giacomo Pellegrini, Mattia Pellegrini e Letizia Romeo
– PASSAGGI DI UN VIAGGIO A SANTO STEFANO a cura del Follettto 25603/La Terra Trema

liberidallergastolo.wordpress.com

www.casettarossa.org
06/89360511

Sull’ergastolo leggi:
Adotta il logo contro l’ergastolo!!
L’ergastolo e le farfalle
Un fiore ai 47 corpi
Aboliamo l’ergastolo
Gli stati modificati della/nella reclusione
Il cantore della prigionia
Piccoli passi nel carcere di Santo Stefano, contro l’ergastolo
La lettera scarlatta e la libertà condizionale
Perpetuitè
Il 41 bis: se questo è un uomo

Advertisements
  1. gianni t.
    21 giugno 2013 alle 11:13

    ciao,ero al cinema mexico a seguire quell’interessantissima serata…
    purtroppo non potrò essere con voi a portare un fiore, ma… per i compagni in carcere,cosa possiamo fare ???
    un grosso saluto

  2. 6 dicembre 2014 alle 17:35

    a.m.g.d. 08/12/2014;
    Ventimiglia (IMPERIA)

    ”Spesso Immagino, Navigo, Volo per le strade di Internet;e, non posso fare a meno di far tappa all’autogrill degli Ergastolani in località ”Polvere da Sparo”! Spesso,penso alle persone in modo forse ambiguo ma reale per la mia fantasia. Si fà presto a parlar di Ergastolo, or come ora, è talmente di moda che ha preso il posto del BonTon e del Galateo. Basta veder la Cronaca.Vi sono più persone che a tavola,non usa il Buon Apetito;ma ”Ergastolo” di contro risposta,al posto del Altre tanto o A tre Ottanta, si di risponde ”Trent’anni”. Già ! E il Fine Pena Mai? Purtroppo, non è mancanza di rispetto o pietosismo; ma,mì sento impotente. Specialmente dopo che per mie cause volute e cercate,ho avuto l’esperienza di vivere, dividere e condividere il mio ”io” oltre che le poche ossa non mie;con alcuni di loro e le loro storie del perché si trovano in tal situazione o disagio.Uno tra i tanti; e sarebbe bello vederlo fuori, è Paolo Leoni , anch’esso della mia età con un vissuto alle spalle …. Comunque, anche se amato e supportato da molti non solo virtuali con siti ecc; ma anche personalmente,rimane quasi un ricordo che presto si scorda. Scordato ciò, si muore,e molti,si tolgono la vita.Un’altro è in India, Tommaso Bruno; e compagna; altri …. Bhè! Sono argomenti che porterebbero a lunghe pagine e non in poco spazio qui dedicatomì; indi,varie riflessioni, spiegazioni, senza entrar nel merito giudiziario, mì perdonerete se verranno saltate o solo infarinate senza approfondimento! Commuove sapere quel che non si vede e se ne parla;per molti sei da emarginare o da Evidenziare solo aspetti poco piacevoli e talvolta, anche se si sà si tace. Morire in un Carcere,non è come morir di morte naturale o al massimo a causa di una malattia.Ve lo assicuro! Spesso vengono presi per malati di mente;vedi il caso Baratella; o addirittura, il piccolo dello schermo Di Stasi;è vero, anche all’interno delle carceri tutto cambia ma(!) bene Vi abracio; Rìgo Marco

  3. 6 dicembre 2014 alle 18:38

    Rivolto allo Staffe di codesto Servizio :

    ”Ho Inviato, circa un mesetto indietro due articoli ; voi avete inviato alla mia email un modulo di Iscrizione ; non ho saputo più nulla ? Tutto ok ? Altressi , i Recedenti Articoli , al nome Marco Rìgo o Rìgo Marco + aggiunsi i nome di Arte usati dal 1988, al 2009; Merenda Cuffia; scusate ma Su ”Google” è all’Interno Profilo ”Presentazione” e ”Motto” indi non in esterno ! Se ho fatto altro danno , per me è normale ; segnalatemelo all’indirizzo di Email : rigomarco66@gmail.com ; oppure Chiamate Serenamente il mio numero privato Mobile : (0039)348[6581815] anche in Video Chiamata. Fisica ; non virtuale , con ”Muro” o altri meccanismi. Altressi ; leggiete se potete sia ”Ilmuro.it” che la rivista della Struttura Di Massima Sicurezza in Valle Armea ; ”oltreilmuro/sanremo.it” Cordiali Saluti con Stima e Affetto Marco Rìgo ex Merenda Cuffia 1988; 2009; !
    * Dicono che sono morto in carcere; non so se da morto, prima di divvenir Defunto, si fanno gli Auguri di Buone Feste . Spero non l’abbiate a male , sembra una scemenza ma è pura verità ! By Marco

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: