Home > Egitto Libero, RIVOLTE e RIVOLUZIONI, Sul corpo delle donne > L’esercito egiziano e le donne e le violenze a sfondo sessuale

L’esercito egiziano e le donne e le violenze a sfondo sessuale


Una piccola serie di scatti e poi il video raccapricciante, che non hanno bisogno di parola alcuna.
Un articolo di Al-Arabiya che parla di queste foto: LEGGI
Il massacro è stato di una violenza inaudita…i corpi a terra sono troppi e come si vede chiaramente dal video e da molti altri, i colpi di pistola volavano come i sassi e le molotov.
QUI  qualche riga sui fatti delle ultime due giornate al Cairo.

Annunci
  1. api
    18 dicembre 2011 alle 04:53

    questa la rivoluzione voluta e desiderata dall’occidente giusto?! questa il governo leggittimo richiesto dalle piazze e da altro sangue versato?
    non dimentichiamoci le donne stuprate, le stesse che MAI avrebbero pensato di morire nel ”dopo’, sotto una giunta militare, assassina!

  2. yalla
    18 dicembre 2011 alle 14:14

    …questa e’ la rivoluzione voluta dagli egiziani e non dall’occidente …. perche’ se l’occidente si fosse accorto di quale era il regime in egitto forse avrebbe reagito prima a faovre della liberta’ …ma questo non e’ avvenuto … e sappiamo bene tutti cosa succede quando ci sono in atto delle guerre …. si e’ totalmente fuori controllo e ci sono le bestie (militari) che se ne approfittano ….

  3. 18 dicembre 2011 alle 14:17

    sono d’accordo con te.. ma c’è un eurocentrismo sempre più surreale!

  4. 18 dicembre 2011 alle 14:24

    tanti e troppi uomini armati e protetti contro una donna non armata e quasi esanime! si può essere più vigliacchi?
    maria grazia

  5. Kifaya
    18 dicembre 2011 alle 15:15

    Queste dittature arabe facevano comodo per tutti gli interessi occidentali su questi paesi (petrolio,gas,cotone,manodopera a basso costo)…infatti il popolo egiziano e anche altri paesi arabi ormai senza speranze , futuro e minima speranza di sopravvivenza civile si è ribellato,a modo suo,ma senza essere veramente guidati da un capo politico..un leader…e adesso paga questa mancanza di leadership..L’occidente non ha saputo cogliere al balzo questa occasione…anche le elezioni, piu’ o meno democratiche in Egitto era abbastanza normale che le vincessero i Fratelli Musulmani, sono gli unici che attualmente attuano politiche di aiuto alle famiglie ed ai poveri in uno stato dove l’assistenzialismo non esiste,non c’è piu’ lavoro, si muore banalmente di diabete,polmonite,infarto,parto…dove paghi le medicine,il medico,l’ospedale,la scuola,dove anche se studi non hai futuro..o lo trovi altrove facendo tutt’altro che quello per cui hai studiato…quanti laureati loro da noi fanno lavamacchine,pizzaioli? La rabbia è cresciuta con la consapevolezza attraverso internet e gli emigrati che è possibile fare una vita diversa,migliore,ma il desiderio di farla a casa propria perchè anche emigrare è diventato un inferno!!! che non è giusto il divario tra la classi privilegiate e corrotte,al potere e la massa del popolo…i dittatori hanno strumentalizzato l’invidia trasformandola in odio verso l’occidente,l’occidente favorito i dittatori che mantenevano rapporti commerciali privilegiati soprassedendo alle repressioni interne attuate da questi regimi…di fatto entrambi siamo stati “educati” ad avere paura dell’altro,usati il razzismo(zozzi,ladri,barconi-noi..libertini,senza un Dio,donne di facili costumi-loro),la religione (troppa loro:speranza nella Provvidenza,incapacità a pensare da soli,donna dipendente dall’uomo per la sopravvivenza…troppa poca noi:impoverimento dei valori,valore del denaro importanza dello status e successo senza remore,donna svalorizzata e oggettivizzata,apparire piuttosto che vivere) ed i costumi diversi per allontanare i popoli…chi ha beneficiato di ciò fino ad oggi?….APRIAMO GLI OCCHI, andiamo al di là della superficie, iniziamo a difendere i loro diritti civili,impariamo la lezione anche per noi…impedendo che anche i nostri diritti continuino ad essere calpestati e di trovarci un giorno forse purtroppo non molto lontano a renderci conto che la NOSTRA LIMITATA LIBERTA’ anche ci è stata tolta e ci rimane solo da lottare per tornare a sognare!!!!!

  6. Kifaya
    18 dicembre 2011 alle 15:20

    La polizia egiziana è famosa per atti di sopraffazione,violenza ed abuso nei confronti di chiunque,anche bambini…personalmente ho visto caricare con manganelli bambini che chiedevano l’elemosina sui gradini di una moschea al Cairo già tanti anni fa…tanto piu’ adesso che non dovendo rispondere ad un governo politico col timore e la scusa dell’ordine pubblico abusano della loro autorità…I primi segni di protesta in Egitto erano iniziati dopo l’arresto ed uccisione con percosse,torture e aver gettato il cadavere di un universitario ad Alessandria a giugno 2010 colpevole di propagandare in internet la rivolta contro Mubarak, passato invece per tossicodipendente che si è lanxiato da solo…su yuo tube ci sono parecchivideo delle foto del cadavere di Saied di 20 anni appena che parlano di ben altro…per l’8 marzo le donne sono scese in piazza Tahrir manifestando e ricordando che anche grazie a loro c’era un processo di cambiamento…sono finite in caserma ,divise tra vergini e non e poi stuprate…amnesty international le sta seguendo…per un banale arresto ci sono video you tube che fanno vedere schiaffi percosse,sodomizzazioni con la canna del fucile,torture con corrente…ma forse il petrolio e il gas dell’Egitto sono troppo pochi perchè l’occidente se nè occupi in modo diverso!!!!
    La verità è che in un paese civile e democratico vengono rispettati i diritti di ciascuno…purtroppo la guerra non riconosce umanità ai nemici,figuriamoci alle donne…anzi solitamente diventano il mezzo di offesa dell’altro!!!Credo che devono proprio le donne prendere in mano tante situazioni attuando politiche di dialogo e mediazione …

  7. NomeObbligatorio
    18 dicembre 2011 alle 15:38

    Così và il mondo… purtroppo in alcuni paesi la vita e i diritti umani contano poco o nulla.
    E purtroppo se anche nei paesi ricchi e tecnologicamente avanzati le cose funziona male… come possiamo pensare di cambiare le cose in questi paesi… dove la povertà e la miseria raggiungono livelli inimmaginabili, dove la risorsa principale è il turismo e dove purtroppo vige ancora un’assoluta intolleranza per la libertà di religione e di pensiero…

  8. roberto
    18 dicembre 2011 alle 23:26

    vedere queste scene e pensare che siamo nel 2011, mi chiedo a che cosa è servito il progresso se c’è stato, ma forse non c’è mai stato nessun progresso. Sono solo passati degli anni, tanti anni inutilmente.

  9. Giovanna
    19 dicembre 2011 alle 09:53

    Polizia ed esercito sono uguali dappertutto, quando poi sono al governo i militari il copione è lo stesso (vedi Grecia, Cile, Argentina etc) i tg dedicano solo qualche veloce servizio senza approfondimenti. Degli egiziani e della loro sorte non frega niente a nessuno è solo una grande dispensa da aprire a piacimento grazie a governi fantoccio

  10. Gianni
    19 dicembre 2011 alle 10:49

    Sono scene raccapriccianti che grazie ad internet, per ora, si riesce a vedere, ma non ci scordiamo che i metodi della polizia,dei carabinieri e dell’esercito professionale come è dappertutto oggi giorno, adopera gli stessi metodi; ricordiamoci di Bolzaneto,degli americani in Irak ed a Newyork, di quello che succede in Cina, in Russia, della tortura in Italia nel recente passato come attestano i servizi di Baruda ed i libri-testimonianza usciti negli ultimi tempi in edizioni limitatissime. E’ schifoso quello che sta succedendo in Egitto in questi giorni, ma non è diverso da quello che è sempre successo nel mondo in tutti i periodi storici. “L’uomo andrebbe ritronbato” dice qualcuno, in parole povere!!è proprio vero. Scusate questa caduta di stile, ma non ne posso più di questa realtà.

  11. D. Q.
    20 dicembre 2011 alle 00:37

    Questa è inciviltà, è macelleria…

  12. Mario pezzuti
    21 dicembre 2011 alle 09:50

    La realta é troppo crudele per cercare alivi.Governi ,ideologie,civiltá,religione in tutto questo siamo noi (cioe intendo l´uomo) ad aver creato questi sistemi che permettono che questo accada.Siamo troppo inermi difronte alle possibilita che la tecnologie ed la sperienza civile acquisita ci potrebbe permettere.Basta pensare al passato con quale partecipazione massiva prima i popolo partecipava per cambiare le cose.La colpa e nostra di queste ingiustizie .”La storia Siamo Noi!!!”

  13. Gianni
    22 dicembre 2011 alle 11:01

    “La storia siamo noi!!!” oppure “ogni popolo ha il governo che si merita!!” ma siccome in questo “popppppolo”ci sono anch’io e tanti altri compagni vivi e morti e siccome eravamo tanti, ma tanti, e queste battute qualunquiste lasciano il tempo che trovano, risparmiacele perchè sono antistoriche ed offensive per tutte le avanguardie che hanno sempre lottato per modificare la realtà che li circondava,,,ma forse era meglio anche non replicare a Pezzuti perchè sono sfoghi che lasciano il tempo che trovano. Comunque ci sarà sempre qualcuno pronto a sobillare, “istigare e diffondere notizie false e tendenziose atte a creare nel popolo uno stato perturbato ed angoscioso”! così recita un versetto della “bibbia” (alias codice) del nostro Stato e che mi ha procurato tante denuncie!Mi auguro che tu sia molto giovane e che negli anni ’60-’80 tu non fossi ancora nato, altrimenti mi verrebbe voglia di chiederti. “ma te dove eri in quegli anni???!!” Gianni Landi

  1. 27 dicembre 2011 alle 16:04
  2. 5 maggio 2012 alle 09:39

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: