Home > ACAB, manifestazione, RIVOLTE e RIVOLUZIONI, Turchia > Piazza Taksim: perché ci basta respirare per sanguinare? ce lo spiegate?

Piazza Taksim: perché ci basta respirare per sanguinare? ce lo spiegate?


Cosa stanno tirando sui manifestanti di piazza Taksim? Perché basta respirare per avere una mascherina piena di sangue? Cosa c'è in quei lacrimogeni? Di cosa state bombardando chi protesta da venti giorni?

Cosa stanno tirando sui manifestanti di piazza Taksim? Perché basta respirare per avere una mascherina piena di sangue? Cosa c’è in quei lacrimogeni? Di cosa state bombardando chi protesta da venti giorni?

Questa la situazione alle due di notte: da più di sei ore non c’è stato un secondo di tregua

Qui il racconto della nottata e le foto degli idranti rossi e dei loro effetti: LEGGI

ALTRE LETTURE:
La giornata dell’11 giugno: mattina /pomeriggio / sera
Racconto per immagini
Gli altri post di questi giorni:
Taksim / NoTav: una faccia, una piazza
La brutalità della polizia, per immagini
Le ultime parole di Abdullah
I primi morti / Che poi son 3
La rivolta dilaga nel paese
Il comunicato della piazza / La risposta NoTav
Istanbul: è guerriglia in difesa del verde
Gli aggiornamenti del 31 maggio
Le immagini e gli aggiornamenti del 1 giugno
Le richieste della piazza

Annunci
  1. giovanni moretti
    16 giugno 2013 alle 09:14

    Forse qualche esperto ci potrebbe spiegare l’intruglio che esce dagli idranti rossi. Probabilmente l’acqua è miscelata con qualche acido. La fantasia che si usa per reprimere le proteste popolari è illimitata. Erdogan è solo uno dei tanti cani da guardia della cupola criminale che governa l’occidente e che fa capo a Usa e Israele. Presumo che anche in Italia i nostri bravi governanti non esiteranno ad usare mezzi simili , quando sarà il momento di contenere il malcontento della popolazione. Noi il disagio dobbiamo esprimerlo solo con il “voto democratico” per scegliere il padrone che ci deve governare. Non ci è concesso di più, altrimenti sono botte da orbi

  2. paolo
    16 giugno 2013 alle 10:22

    Il fatto e che in italia già son stati usati simili mezzi, sono l’unico a ricordare come a contatto dell’acqua dell’idrante a Chiomonte le parti esposte bruciavano e si arrossavano al limite della sopportazione??

  3. 16 giugno 2013 alle 10:26

    No, son completamente altra cosa.
    Qui abbiamo assaggiato un po’ di gas urticanti ma nessuna “ustione”.
    Manca poco eh!

  4. paolo
    16 giugno 2013 alle 12:24

    Solo un po’ di gas urticanti?? il CS lo chiami solo gas urticante??forse bisognerebbe documentarsi un po’ ; per quanto riguarda le “ustioni” provocate dal contatto dell’acqua dell’idrante ti posso garantire che erano reali ,solo in alcune situazioni, ma assolutamente reali: gonfiore della pelle, arrossamento e ipersensibilità al tatto (non so che addittivi aggiungano)

  5. 16 giugno 2013 alle 12:27

    Io dai Cs son stata dodici giorni con le strisce rosse su petto e pancia, non ti sto negando nulla!
    Ma son Cs, conosciamo la loro merdosa composizione: non sono Cs con l’aggiunta di strani barili come le immagini di Taksim ci testimoniano

  6. paolo
    16 giugno 2013 alle 12:59

    Non volevo paragonare la nostra situazione a quella della Turchia, volevo solo ribadire che anche qua si fanno schifezze ma i media tendono sempre a minimizzare o a nascondere ….
    Cmq non oso pensare alle conseguenze che la popolazione potra riportare dopo così lunghe esposizioni ad agenti chimici tossici..

  7. 16 giugno 2013 alle 13:02

    confermo l’utilizzo di idranti urticanti in val di susa

  8. 16 giugno 2013 alle 13:03

    Ribadisco che l’urticante non è “ustionante”: son due cose diverse!
    Tutto qui..

  9. 16 giugno 2013 alle 14:16

    Ma secondo me se stavamo 19 giorni a far scontri da mo che c’avevano sparato qui, figurati!

  1. 16 giugno 2013 alle 00:45
  2. 16 giugno 2013 alle 01:10
  3. 16 giugno 2013 alle 01:11
  4. 16 giugno 2013 alle 01:11
  5. 16 giugno 2013 alle 01:12
  6. 16 giugno 2013 alle 05:39
  7. 16 giugno 2013 alle 10:32
  8. 16 giugno 2013 alle 11:39
  9. 16 giugno 2013 alle 14:04
  10. 16 giugno 2013 alle 21:37
  11. 17 giugno 2013 alle 13:33
  12. 24 luglio 2013 alle 10:45

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: