Archivio

Archive for 13 giugno 2014

Caldo a Roma? non dimenticate che il Lago dell’ex Snia è balneabile!

13 giugno 2014 Lascia un commento

Lo volevamo già prima il lago: ora che sappiamo che è anche balneabile e privo di qualunque tipo di batterio,
visto che l’acqua è sorgiva e pulita lo vogliamo ancora di più. Altro che fogna rotta: è acqua libera, viva e che ha voglia di esser lì!

Un patrimonio immenso sempre negato ad un territorio e a tutta la grande metropoli che lo circonda,
un patrimonio incommensurabile strappato via dalla speculazione e dallo scempio e lasciato nell’abbandono e nell’incuria se non fosse stato per il comitato che è nato. L’area è dal 2004 di proprietà del comune di Roma ma bisogna muoversi perchè il 14 agosto scadono i termini dopo 10 anni dall’esproprio a Pulcini e senza parco pubblico tutta l’aerea rischia di tornare nelle mani di Pulcini, compresa la zona dove sorge il lago: il progetto prevedeva la costruzione di 4 torri di 100 metri l’una.
I grattacieli di Roma.

Noi invece vogliamo tuffarci in un lago naturale e pulito,
vogliamo portarci i nostri figli, vogliamo scoprire un pezzo di Roma ai conosciuto prima e viverlo,
renderlo fruibile e aperto. Senza possibilità di discussione!
SEGUI IL SITO : lagoEXSnia

Annunci

Mondiali in Brasile: la cerimonia di apertura gestita da Robocop

13 giugno 2014 Lascia un commento

La gestione dell’ordine pubblico è in mano a robocop…

A ritmo di samba..

Il mondiale di calcio più blindato della storia, questo ormai sembra esser chiaro:
Si parla di 200.000 uomini schierati ( di cui un terzo militari) , e a guardarli ne basterebbero molti meno.
Ma in realtà non bastano, non bastano nemmeno 200.000 robocop, non bastano i missili a proteggere il Maracanà,
non basta il terrore che sarà stato imposto:
le proteste continuano come nei giorni precedenti al fischio di inizio: senza casa, sem terra, indigeni, disoccupati, precari, studenti, abitanti delle periferie del grande mondo brasile, in piazza ci son tutti.
Io non vi guardo, io sono con la gente che sta prendendo le pallottole di gomma in pieno petto, per reclamare il diritto ad una vita altra, qualunque si desideri.
Però io non vi ho mai guardato, vi ho sempre boicottato:
l’industria del Calcio, la Fifa, e tutto lo schifo milionario che gira intorno a tutto ciò lo boicotto da sempre.
LA macchina repressiva che ruota intorno a Brasil2014 mi conferma solamente che devo continuare a farlo..

La Marina fa campagna per arruolamento: e c’è chi scrive la verità ;)

13 giugno 2014 1 commento

AMO!

La Marina Militare pensa bene di fare un po’ di pubblicità delle loro “grandi opere”
e la campagna di arruolamento quest’anno è dirompente e invade le nostre strade e città con cartelloni immensi:
VIENI IN MARINA, è scritto a caratteri cubitali sotto due fotografie.
Due volti, uno in divisa da cerimonia col classico berretto bianco e la baionetta ben in vista,
l’altra in versione da “missione”, con il volto mimetico e lo sguardo da marine!
D’altronde devono apparire belli e bravi, per tentar di riportare in “patria” i due Maro’ detenuti in India per l’assassinio gratuito di due pescatori…
devono salvare la faccia e dimostrare al mondo  quanto so’ bbbelli.

Queste mie righe solo per ringraziare chi ha messo nero su bianco il pensiero di molti nel guardare questi enormi invadenti cartelloni
Vieni in Marina è mutato in “VIENI IN INDIA A SPARARE AI PESCATORI”.
Si legge ben visibile nella zona di San Paolo, a Roma… e non potevo non condividere con voi la gioia nel vedere queste immagini!

Leggi anche:
Uh Marò, che risate
Marò: latitanza autorizzata

Serata Benefit per gli/le arrestat* di Torino: LIBERI TUTTI E TUTTE

13 giugno 2014 Lascia un commento

LIBERE TUTTE LIBERI TUTTI!

19 giugno: SERATA BENEFIT PER I COMPAGNI E LE COMPAGNE ARRESTAT* A TORINO IL 3 GIUGNO:

dalle ore 20 APERITIVO E DJSET ELECTRO\POP\TRASH\’80′S\90′S

DA ROMA A TORINO COMPLICI E SOLIDALI CON TUTT* GLI\LE ARRESTAT* E GLI\E INDAGAT*

BASTA SFRATTI
BASTA SGOMBERI

Sono invitat* a partecipare tutti i singoli e le realtà solidali!

 

Ancora, con il nostro pellegrinaggio libertario verso Santo Stefano

13 giugno 2014 Lascia un commento

Anche quest’anno parteciperò al nostro annuale pellegrinaggio libertario,
anche quest’anno, tra una manciata di ore, attraverserò quel tratto di mare che ci ha rubato il cuore e che ha fatto nascere l’affiatato gruppo di “Liberi dall’ergastolo”, ormai una grande famiglia a cui è sconosciuto il concetto di privazioni.

Foto di Valentina Perniciaro _ i gironi di Santo Stefano_

Dovrei usare altre forme verbali però, visto la vita che strada ha preso dopo che ho lasciato quello scoglio, ormai un anno fa.

E’ cambiato tutto,
tutto è cambiato dentro me e attorno a me,
ora con l’ergastolo ho una dimestichezza nuova, ora l’ergastolo mi è entrato nella vita,
un ergastolo che ha conosciuto altre sbarre ed altre istituzioni, ma senza liberarsi della sua violenza.
Ho conosciuto l’ergastolo della malattia, della disabilità, ho conosciuto quell’ergastolo che segue quando sbeffeggi la morte e rimani in vita malgrado tutto:
ho conosciuto un dolore nuovo e lacerante, che toglie il respiro come le scudisciate che risuonavano nel cortile di Santo Stefano quando il detenuto da punire veniva messo al centro,
così che tutti potessero vedere e sentire con i propri organi la lacerazione della pelle, le urla del dolore, la rabbia della dominazione.
Al centro di quel panoptico, sotto le cinghie dei carcerieri ci son stata, ci sono ancora,
ci sto costruendo la vita di mio figlio, sto cercando di insegnargli (in realtà è lui che lo insegna a me) come conquistare e costruire una libertà in ogni piccolo movimento muscolare… quest’anno a Santo Stefano vestirò la casacca del carcerato,
ma proverò a farlo con un sorriso, con lo stesso sorriso che quel posto mi ha sempre donato.

ADOTTA IL LOGO CONTRO L’ERGASTOLO

Vengo a trovarti nuovamente Gaetano Bresci, e mai come questa volta voglio che mi insegni ad “uccidere un principio” più che un re!
Mi devi insegnare come hai fatto, mi devi dar la tua forza e la mano ferma per affrontar questo futuro privo di arti per correre leggeri,
da te quest’anno vengo per imparare, non solo per portarti il profumo dei fiori freschi.
Quest’anno per me sarà come la prima volta: poggerò il cuore in quelle 99 celle, sulla ruggine e il cemento che cade pezzo pezzo,
lo poggerò su quelle tombe, sulla terra che smuoverò per piantare nuove vite in un luogo che volevano di morte e redenzione.

SI SALPA SABATO 14 GIUGNO,
alle ore 12 dal porticciolo di Ventotene. Alcuni gommoni ci porteranno verso la Marunnell, selvaggio approdo di un’isola che volevano solo intrisa di dolore, ma che noi vogliamo terra di libertà, libertà contagiosa.
Contro l’ergastolo, come ogni anno,
porta un fiore al cimitero degli ergastolani.

Vi lascio i molti link prodotti in questi anni di “pellegrinaggio” in quel magico luogo:

Adotta il logo contro l’ergastolo!!
L’ergastolo e le farfalle
Un fiore ai 47 corpi
Aboliamo l’ergastolo
Gli stati modificati della/nella reclusione
Il cantore della prigionia
Piccoli passi nel carcere di Santo Stefano, contro l’ergastolo
La lettera scarlatta e la libertà condizionale
Perpetuitè
Il cerchio e la linea retta
Con gli occhi di Luigi Settembrini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: